Coronavirus, Meloni: Donne e madri lavoratrici abbandonate in questa emergenza, ma Governo e sinistra litigano su immagine app immuni

Donne e mamme lavoratrici completamente abbandonate dall’inizio di questa emergenza, ma il governo e la sinistra passano il tempo a litigare per sostituire l’immagine (diffusa sempre grazie a loro) di una mamma che culla un bambino per pubblicizzare l’app immuni. Queste sarebbero le grandi conquiste per i diritti delle donne? Senza parole.

 

È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Condividi

3 commenti

  1. Verissimo

    • Giorgio on 4 Giugno 2020 at 18:05
    • Rispondi

    Ma questa gente che vengono intervistati in tv ,come parlano sembra dall’inizio di questo governicchio sembra che hanno fatto tante di quelle cose da stupire tutto il mondo!!!!!! Ma cosa dice Mattarella di questa schifezza?????

    • Federico Puglia on 6 Giugno 2020 at 10:13
    • Rispondi

    Cara Giorgia (scusami la libertà di esprimermi direttamente ma, anagraficamente potrei esserti Padre o Zio, insieme al corretto riferimento di completa dimenticanza verso le Donne, ne esiste almeno un0’altro della quale faccio parte che, nonostante ogni anno si festeggi con gonfaloni e “petti in fuori” il 3 Dicembre la ricorrenza voluta per Loro dall’ONU, mi riferisco ai DISABILI, ebbene nessuno del Governo ha minimamente penato che le Loro difficoltà, durante il periodo che si era chiusi in casa e, completamente dipendente della Bontà o Pietà altrui, avrebbe causato. Ringraziando il Signore sono nato con un DNA di combattente e, non mi spaventa l’ennesima dimenticanza verso i “più Poveri tra i Poveri” ma, mi vergogno di fare parte di un Paese dove esiste, non solo nel Governo, anche in chi gli appoggia nel Popolo per l’egoistica paura di perdere qualche centesimo della propria agiatezza o ammalarsi quando ignora volutamente la sofferenza altrui, ebbene il vedere ancora tutta la popolarità di Conte espressa nei vari sondaggi, è un pugno nello stomaco agli oltre dieci milioni di Connazionali in Povertà Assoluta!

Rispondi