Primo maggio, Meloni: Nulla da festeggiare finchè non verrà consentito a tutti gli italiani di lavorare

Finchè non verrà consentito a tutti gli italiani di poter tornare a lavorare e a vivere, non ci sarà nulla da festeggiare.

Condividi

12 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Giusto;ma devi sapere che oggi, hanno festeggiato, tutti quelli che hanno il “posto” e non il lavoro, quelli che sono riamasti (pochi) che veramente lavorano ed lo hanno, sono stanchi e oggi si riposavano. ma essendo pochi, gli altri , i pseudo-lavoratori erano in piazza, loro festeggiano il continuo periodo feriale…. Non hai visto quante trasmissioni con “operai” che andavano a fare la spesa, viglili che bleggiavano in mutande, dirigenti che essendo in ufficio erano nella canoa a fare sport, o riuscivano dall’ufficio per andare a fare compere o passeggiate, o al bar o tornarsene a casa. Questi ultimi, festeggiano tutti i giorni da sempre.

    • Pino 007 il 2 Maggio 2021 alle 03:38

    I lavoratori della falce e martello, quelli che non hanno mai lavorato, ma hanno fatto lavorare gli altri, quelli che hanno sempre strillato …..pane e lavoro….. ma datemi il pane e tenetevi il resto, quelli assatanati dai ponti per lavorare di meno, quelli con l’amico dottore per le ricette false, quelli che su i camion della CGIL battendo i tamburi strillando … lavoro….lavoro.! Tutti questi sono quelli che godono della festivita’ del Primo Maggio, gli altri , quelli che veramente lavorano stanno a casa con il loro famigliari.
    Il Covid 19 e’ nullo a fronte del virus togliattiano che ancora circola infettando fin dal lontano 1945.

    • Giorgio il 2 Maggio 2021 alle 11:39

    Condivido il discorso giorgia, ieri in tv vedo a malapena il discorsetto del illustre “garante delle istituzioni “” che faceva i suoi discorsetti .giorgia siamo obiettivi affinché avremo questo cancro che abbiamo in italia non riusciremo a venirci fuori da questo disagio.basti vedere la diseguaglianza che c’è da uomini e donne basti vedere l’ISTAT nell’ lavoro ma questo garante crede che il popolo sia un ammasso di idioti??.

  2. Ritengo che la riapertura dei ristoranti e bar limitato al servizio all’aperto sia una ottusità,,nonché una grave discriminazione per i ristoratori che sono solo in grado di offrire il servizio unicamente all’interno delle proprie strutture (e sono la grande maggioranza). Occorre considerare altresì le possibili sorprese di improvvisi acquazzoni e forti folate di vento o peggio, a scapito anche della salute dei malcapitati consumatori seduti ai tavoli all’esterno.
    Restano così discriminati anche gli utenti che aspettano di ritornare finalmente a frequentare ristoranti e bar riparati all’interno dei locali, rispettando ovviamente le prescrizioni anti-Covid.
    Evidentemente il ministro Speranza e i suoi consiglieri istituzionali appartengono a quella categoria di consumatori che non frequentano per principio i ristoranti ( se non quando necessariamente invitati per una cerimonia familiare) e quindi non conoscono la reale configurazione e, di norma, l’adeguata sicurezza di tali esercizi; altrimenti non si spiegherebbe perchè abbiano adottato o avallato un provvedimento così ottuso.
    E mi si permetta di aggiungere un amaro florilegio sempre sul tema COVID: quando saranno emanate limitazioni alla circolazione dei veicoli, vista la sua pericolosità e la presenza giornaliera di morti e feriti sulle strade? ; quando verrà disposta, per coerenza ideologica governativa, la vendita solo all’esterno della mercanzia alimentare e non ?
    Se pensiamo quindi di dover annullare ogni rischio, che è insito necessariamente in qualche misura nel fare e nel vivere, non resterebbe che attendere la morte.
    22-4-2021
    Avv. Sergio Rastelli

    • Paolo il 2 Maggio 2021 alle 22:49

    Continua la distruzione sistematica dell’economia Italiana ! Gioco perverso , così il signor Draghi man of Goldman Sachs, la banca di affari USA che ha peso preponderante nella finta unione Europea, la Goldman Sachs che aveva decretato l’ingresso della Grecia nella unione e abbiamo visto che fine ha fatto Ora per caso, tocca a noi? Tutti al governo dicono no ma come si fa a fidarsi? Visto come continuano a sostenere le restrizioni , c’è poco da sperare, altro che ripresa ! Apri e chiudi, rosso, arancione,giallo, bianco ma a che cosa stiamo giocando? Ma i Cittadini non sono burattini ed è veramente deprimente ,vedere le forze dell’ordine controllare persone oneste che non possono lavorare liberamente ! In Russia , si dice , c’è dittatura . Qui no ! Neh ! Non esiste un solo tipo di dittatura , ci sono vari modi di limitare la libertà e ce ne stiamo accorgendo tutti! Danno la colpa ai giovani e molte persone anziane si scagliano contro di loro ma si dimenticano che sono stati giovani anche loro e la limitazione di libertà da molto fastidio a chi è giovane e vuole godersi la vita ! Anche questo è coercizione e crea uno scontro generazionale ! Signori miei, la speranza è nella signora Meloni che si è astenuta di entrare in questo governo e bene ha fatto! Non si è messa on gli altri , ha voluto essere libera di dire come stanno le cose! Solo il voto ci permetterà di uscire da questa situazione penosa! Buona vita a tutti! Paolo

    • Francesco Guglielmi il 3 Maggio 2021 alle 00:42

    Patriota Francesco Guglielmi,desidero On Meloni Giorgia; di essere più ferma con i nemici; Diplomazia ma deve dirne 4 e fermezza. Se non Le dispiace La telefono in via della scrofa.

    • Tita De Stalis il 3 Maggio 2021 alle 11:48

    Mi pare giusto, c’è ben poco da festeggiare, in particolare quando certi decreti sono frutto di una totale mancamza di buon senso. Come si fa a mettere sullo stesso piano la Sicilia e le Alpi, dove co sponp amcora metrie e metri di neve, dove è impossibile consumare un piatto all’esterno od anche bere solo un caffè. Ci ho provato ieri, ho bevuto lo spriz velocemente e mi sono subito infilato in macchina, per non rischiare di gelare (era in atto un tentativo di nevicata primaverile

    • MARIA GRAZIA bielli il 3 Maggio 2021 alle 16:20

    Giorgia..ma quale festa del lavoro!! Abbiamo visto che festa è stata! Ci sarebbe stata tanta più affluenza se fosse stata “la Commemorazione dei morti di fame, per gli imprenditori suicidatisi, degli operai che non hanno cassa integrazione, delle partite iva considerate inutili, di coloro che aspettano un vaccino e non sanno a che Santo affidarsi!. Allora ci sarebbe stata una folla incontenibile. Sinceramente mi aspettavo più persone che andavano a reclamare il DIRITTO al lavoro, ma forse hanno voluto godersi il primo giorno di libertà dal contenimento vissuto! Un caro abbraccio.

    • Franco Cordiale il 3 Maggio 2021 alle 18:17

    LA FESTA DEL PRIMO MAGGIO, quella del cosiddetto concertone romano, da vari decenni, almeno tre o meglio quattro, non e’ piu’ la festa di quelli che sul lavoro vero e sudato basano la sopravvivenza propria e della loro famiglia. Nossignore. E’ diventata la festa dei “Bella ciao”, variamente intruppati nelle schiere sardinesche, cesso-sociali, rockettare e pseudo musicali, modaiole di sinistra, con tanto di “rivoluzionari” stile Fedez e biondiccia compagnuccia, mandati agli “eventi” per attirare gli sguardi sui capi di abbigliamento griffati che si mettono addosso. La festa del primo maggio mi pare l’icona perfetta della sinistra di oggi.
    A tale pseudo festa, ormai, bisognera’ opporre le manifestazioni di una CULTURA NAZIONAL POPOLARE, con artisti, letterati, filosofi, saggisti, storici, semiologi, sportivi, uomini di Chiesa, cantanti e musicisti che sappiano proporre in nuova veste il vitale patrimonio delle nostre TRADIZIONI, cui si lega quel che resta della nostra identita’.
    Progetto cui non mi spiacerebbe collaborare…

    • Franco Cordiale il 3 Maggio 2021 alle 18:25

    Vorrei segnalare un gruppo di Napoli, mi sembra che si chiamino… “Arcesange”, il quale va riscoprendo e con indubbia originalita’ e talento, le tradizioni musicali del sud.
    La festa deve legarsi alla storia di un popolo, giusto come il suo cibo. E non deve diventare un “fast food” di sapori estranei, massificanti e di colori e suoni allucinati, fabbricati in serie da potenti COLONIZZATORI STRANIERI, interessati e rivolti al rimbecillimento collettivo.

  3. Continua annualmente l’illusione o la soddisfazione di poter anche nell’anno in corso e continuare solo a ! Non ho mai festeggiato tale giornata e non è la sola, visto che da oltre 60anni non si fa altro che cercare di accalappiare e portare a guinzaglio solo mosche e mosconi!, che purtroppo continuano a nelle piazze dando fiato alle trombe! Non si è mai saputo quale sia il reddito di chi si trova sui palchi e questo lo dovrebbero chiedere i tanti che continuano ad ascoltare solamente!

    • federico il 5 Maggio 2021 alle 12:36

    Beh non credo che a questa classe politica,pingue,fancazzista,miope,poltronara, assente,radical chic,sinistra ed “accogliente” (a patto che le “preziose risorse” stiano lontano da Capalbio) importi qualcosa della nazione e dei suoi abitanti.
    I barbari erano dentro le mura di Roma ed il senato dissertava e filosofeggiava…
    Migranti da farci mantenere,spartimento poltrone e tutelare gli interessi della frau sono gli unici interessi….M5s,doveva aprire il parlamento come una scatotta di tonno…Si come no..son diventati loro stessi il tonno,ben inciuciati ed ammanicati…
    Elezioni subito!!

Rispondi