Solidarietà FdI a giornalista Marina Nalesso attaccata da radical chic

Ci risiamo: la sinistra radical chic torna ad attaccare la giornalista Rai Marina Nalesso, ‘colpevole’ di indossare il crocifisso al collo durante la conduzione del Tg2. Dalle colonne di Repubblica, Michele Serra chiede addirittura di non esporre il crocifisso perché nella ‘civilissima’ Francia ‘sarebbe inconcepibile, forse anche un reato’. Piena solidarietà di Fratelli d’Italia a Marina e un consiglio a tutti i radical chic: se vi piace così tanto la laicista e politicamente corretta Francia, emigrate pure a Parigi. Qui nessuno piangerà la vostra partenza.

Condividi

2 commenti

  1. Nooo, assolutamente. L’Esposizione del Crocefisso in catenine al collo o simili. ci sta più che bene ! E non ricominciamo con pseudo radical chic o similia. il vostro tempo è finito; da moooo. I Cattolici e i Cristiani NON alimentino Parti e tendenze politiche che vanno contro a questi elementari segni di devozione. Lasciamo gli anatemi a…Zingari e….Zingaretti.

    • giacomo on 20 Giugno 2019 at 17:03
    • Reply

    un piccolo crocefisso non può essere portadore di discordie, esso è portatore di pace

Rispondi