Sea Watch, ringrazio PD Lazio per raccolta fondi per spese legali nave, queste battaglie li manderanno a casa

Ringrazio pubblicamente il Pd del Lazio (regione governata da Zingaretti) per aver avviato una raccolta fondi per pagare multa e spese legali alla SeaWatch3: queste battaglie presto li manderanno a casa e consentiranno al Lazio di avere un governo capace di occuparsi finalmente delle centinaia di migliaia di italiani in difficoltà.

Condividi

7 commenti

Skip to comment form

    • giacomoescom on 27 Giugno 2019 at 17:28
    • Reply

    cara giorgia io non ringrazioli italiani versano disoccupati proprio nessuno avevo dei filmini del commissario Moltalbano adessa glieli mando per posta alla regione Lazio non li voglio più neanche vedere il partito che si occupa dei Neogna pdri e gli italiani sono disoccupati vergogna vergogna, giorgia sei diventata pure tè buonista, non risponderò più agli amici del PD e RAZZA COMUNISTA……

  1. Avanti tutta PD e +Europa, i cui parlamentari sono andati a far passerella sualla SeaWatch. Bravi, tassatevi per pagare anche l’affondamento della Nave

    • graziella colman on 27 Giugno 2019 at 18:05
    • Reply

    QUESTA OPPOSIZIONE OFFENDE L’UNITA’ D’ITALIA ED E’ UN ULTERIORE PASSO FALSO PER IL PD CHE NON SA DIALOGARE MA SOLO FARE IL BASTIAN CONTRARIO SEMPRE ED OVUNQUE

    • federico on 28 Giugno 2019 at 11:56
    • Reply

    Come mai le anime belle piddine, accoglienti,radical chic, illuminate,buoniste,invece di far passarella sulla Sea Watch non vanno alla WHIRPOOOL di Napoli che vuole chiudere lasciando sul lastrico centinaia di famiglie o alla ILVA di Taranto?
    La non gli conviene,non gli importia un bel fico secco dei lavoratori.
    Meno rischioso e più visibile farsi un pò di pubblicità sulla SEA Watch,non rischiano fischi e pomodori dagli operai.
    Ovviamente i parlamentari piddini “dotti ed unti dal Signore” quali unici detentori delle verità assolute non si “mescolano” con quegli “straccioni” degli italiani,rozzi,incolti,puzzoni,populisti,fassisti…
    Vivono in un altro mondo..migliaia di anni luce distanti dai veri bisogni della gente.
    Infatti se ne sono andati a casa.

    Ovviamente la nave va sequestrata e mai più ridata e l’equipaggio arrestato.

    Federico

    • Riccardo Crocetti on 28 Giugno 2019 at 13:17
    • Reply

    Non è la prima volta e non sarà nemmeno l’ultima che chiedo che venga messo al bando il lercio P.D., basandoci anche sulle leggi di altri paesi europei ex – schiavi del fascismo rosso sovietico, che dopo il 1989 hanno dichiarato CRIMINALE il partito comunista , in tutte le salse e in tutte le sue versioni.
    Oltre a ciò,.l’aperto tradimento che gli escrementi rossi stanno commettendo sotto ai riflettori a danno di diverse leggi dello stato democratico italiano, dovrebbe far sì che vengano messi immediatamente sotto processo.

    • marco on 29 Giugno 2019 at 10:54
    • Reply

    cari ex compagni vi consiglio di fare una colletta anche a quei poveri lavoratori della mercatone uno che stanno perdendo il lavoro siete una massa di ipocriti falsi e bugiardi vi dovreste vergognare. ps cara capitana se in italia ci fosse veramente giustizia gia stavi in galera e non agli arresti domiciliari purtroppo abbiamo questi giudici che tutelano solo delinquenti ,e per me una che entra in una nazione dove le e stato proibito e a forzato 3 blocchi lei e una criminale

    • Gino Cerutti on 29 Giugno 2019 at 11:19
    • Reply

    SAPETE COSA SCRIVE “FAMIGLIA CRISTIANA” A PROPOSITO DELLA “CAPITANA CORAGGIOSA” LA QUALE HA FORZATO IL BLOCCO, SPERONANDO PERFINO UNA MOTOVEDETTA CHE LE SI PARAVA DINANZI, CON RISCHIO DI NAUFRAGIO ? CHE SI E’ COMPORTATA COME UNA MAMMA PREMUROSA, LA QUALE SI é GETTATA IN ACQUA PER SALVARE I SUOI FIGLI, NONOSTANTE IL …DIVIETO DI BALNEAZIONE !
    Se questa é la versione catto-comunista della PIRATERIA a scopi di IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, cosa aspettano Fratelli di Italia a sfruttare mediaticamente la vicenda, sbugiardando i QUATTRO IMBECILLI PIDIOTI ANDATI A FARSI PUBBLICITA’ SULLA BAGNAROLA A CONDUZIONE CRUCCA ?

Rispondi