Grillo, su diritto voto anziani intervenga Mattarella. Non è una battuta di un comico ma la posizione politica del Capo M5s

Grillo non è un cittadino qualsiasi, ma è il capo del partito di maggioranza relativa del Parlamento e il principale azionista del Governo. Non è tollerabile liquidare la sua proposta di togliere il diritto di voto agli anziani come il delirio di un folle o la battuta di un comico. Siamo davanti ad una posizione politica e come tale deve essere considerata. Fratelli d’Italia chiede al Presidente della Repubblica Mattarella, in qualità di garante della nostra Costituzione, di intervenire in maniera netta contro una proposta che mette in discussione il suffragio universale, ovvero il presupposto della democrazia. E mi aspetto una presa di posizione ufficiale anche dal presidente del Consiglio Conte, dal ministro degli Esteri Di Maio e da tutto il M5S. Chi rimane in silenzio è d’accordo con Grillo.

Condividi

5 commenti

Skip to comment form

    • Gino Cerutti on 18 Ottobre 2019 at 19:40
    • Reply

    TOGLIERE IL DIRITTO DI VOTO AGLI ANZIANI PER DARLO INVECE AI SEDICENNI ? IL TRAGICO E’ CHE A FURIA DI FARE IL BUFFONE, QUESTO SOGGETTO NON E’ PIU’ IN GRADO DI DISTINGUERE LA BATTUTA SCEMA, BUONA PER FAR RIDERE I CIALTRONI COME LUI, DA UN GIUDIZIO RAZIONALE SULLA REALTA’ ! MA IL PROBLEMA…NON E’ LA SUA STOLTA INSULSAGGINE. Dietro questa visione scriteriata, c’é il paesaggio FAUNISTICO “5 stalle”, alieno non solo da qualsiasi identità politica e patriottica, ma da qualsiasi senso di appartenenza ad alcunché…E’ un mondo di puri e semplici DECEREBRATI, i quali avvertono come “oppressivo” che qualcuno più grande di loro formuli un giudizio, magari di semplice buonsenso. Dietro simili “proposte” riconosci il bulletto da strapazzo, zotico ed analfabeta o la puttanella con i jeans strappati, la quale ripete in automatico ad ogni occasione…la definizione plebea del membro virile…Riconosci gente alla deriva in ogni senso…Il tragico é che spesso tali bulletti e siffatte lolite con il “cazzeggio” sempre in bocca, hanno raggiunto e perfino superato la cinquantina !
    l’AREA cinque stalle necessita di essere BONIFICATA. Rappresenta in effetti…un problema di ecologia della mente..

    • vincenzo on 18 Ottobre 2019 at 20:36
    • Reply

    Io penso che Grillo si e bevuto il cervello
    Forse il cervello non la mai avuto, o forse e la demenza senile che galoppa
    Caro Grillo sei andato al governo perché ai avuto paura del voto, ora ce lo togli
    Ho 75 anni, quante volte potrò ancora votare ( vaffanculo, vaffa dei )#

    • Pino 007 on 19 Ottobre 2019 at 05:28
    • Reply

    Prima che mi dimentico…. il voto ai 16 enni non e’ corretto, non hanno la formazione politica sufficiente per comprendere cosa e’ giusto e cosa no. Seguono solo le idee genitoriali, quindi mille errori possono uscire fuori dal voto in eta’ prematura. Secondo , appellarsi a mattarella o a conte , lascia il tempo che trova o forse e’ solo tempo perso. La sinistra farebbe votare anche i dodicenni se fosse possibile purche’ racimolare voti. Terzo, grillo non e’ un capo di partito di maggioranza relativa, e’ solo il pazzo capo burattinaio di una marmaglia di inetti idioti che giocano a fare i politici…….. povera ITALIA. Tutto questo per evitare che ” Gli anziani ” con sale in zucca, possano votare e mandarli tutti a fan….o.! Delirio delle sinistre.

    • Federico Puglia on 19 Ottobre 2019 at 09:54
    • Reply

    Oltre al Capo dello Stato, dovrebbero tra i suoi Famigliari e chi gli vuole bene, consigliarlo di andare nel migliore dei tempi da un Professionista, da uno Psichiatra, perché, anche se intimamente non se ne rende conto, sta avendo la stessa parabola di un (purtroppo) famoso maestro alle elementari austriaci, che si chiamava Adolfo e, dopo i primi successi e poi trionfi del suo movimento, diventò quel sanguinario dittatore che ha fatto uccidere milioni di Europei. L’uomo sta avendo una chiara sopravalutazione dal proprio Super-Io e, se non lo curano in tempo, tra qualche mese dirà che non si devono curare gli anziani oltre i 70 anni, perché non sono più produttivi!

    • Giovanna on 19 Ottobre 2019 at 11:47
    • Reply

    Effettivamente il suo ragionamento non fa una piega. Gli italiani ormai, sono una popolazione di anziani. Qualcuno con ancora un po’ di sale in zucca, purtroppo per lui, ma pur sempre “diversamente giovani”.
    Invece gli IMMIGRATI arrivati in Italia con la benedizione della sinistra… sono solo GIOVANI. Pronti a votare i loro BENEFATTORI che li hanno accolti in Italia!
    Eh sì, direi proprio che il ragionamento del Sig. Grillo, fila proprio…

Rispondi