Umbria, Meloni al Messaggero: FdI unico partito che cresce

“Ho ascoltato il Capo dello Stato con molto rispetto quando ha detto che l’Italia aveva bisogno di stabilità, di un governo che non aumentasse le tasse e che fosse capace di andare avanti per l’intera legislatura. Questo è un governo invece che aumenta le tasse, che litiga ogni giorno e in tutto ciò gli italiani, in ogni occasione possibile, dicono con chiarezza che cosa vogliono e che cosa non vogliono. E non vogliono questo governo. Perciò penso che il Presidente della Repubblica potrebbe valutare la nuova situazione. Conte? Se avesse un minimo di dignità, avrebbe dovuto dimettersi già domenica notte. E considero raccapricciante che un premier non eletto da nessuno dica che il test umbro non vale niente, perché l’Umbria non è abbastanza grande, quando loro hanno fatto il governo sulla base di 60mila presunti iscritti alla piattaforma Rousseau”.

Lo dichiara in un’intervista al Messaggero il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

“Fratelli d’Italia è l’unico partito italiano che cresce in Umbria, sia in percentuale sia in voti assoluti. Questo fa pensare che i consensi li abbiamo presi da diversi bacini. Dai 5 Stelle e perfino dal Pd che ha tradito chi credeva nella sinistra e oggi si sente rappresentato dalle nostre battaglie sociali. Salvini? L’altra sera, quando ci siano incontrati, ci siamo abbracciati. E Matteo era sinceramente felice per il risultato di Fratelli d’Italia. E in Emilia Romagna siamo pronti ad appoggiare chi lui deciderà di candidare, ma allo stesso tempo siamo pronti a partire con i candidati di Fratelli d’Italia nelle Marche e in Puglia. E anche sulla Toscana possiamo dire qualcosa”, spiega Meloni.

Condividi

10 commenti

Skip to comment form

    • Giuseppe on 29 Ottobre 2019 at 12:48
    • Reply

    Meglio! Se continuano con questa logica dell’inciucio, saranno sbaragliati in ogni confronto elettorale. Si sono accorti troppo tardi dell’errore e adesso piangono
    accusandosi l’un l’altro. Poi, non si può parlare di dignità posseduta, se chi è al potere farebbe di tutto per rimanere attaccato alla poltrona. Ricordiamoci che, a questi signori, del popolo non importa nulla e per questo spariranno molto presto.

    • PAOLA DIANA ONDER on 29 Ottobre 2019 at 13:06
    • Reply

    GRANDE GIORGIA

    • Piero Pierini on 29 Ottobre 2019 at 18:52
    • Reply

    Conte fa veramente pena, è senza dignità con la faccia come il retro.

    • Franco Cordiale on 30 Ottobre 2019 at 02:51
    • Reply

    STA SORGENDO IL PRIMO VERO PARTITO (CIO’ CHE SAREBBE DOVUTO ESSERE FORZA ITALIA) CHE FACCIA APPELLO ALLA IDENTITA’ ITALIANA. AI DIRITTI E DOVERI CHE CIO’ COMPORTA. QUESTO FA SBAVARE DI RABBIA LA SINISTRA , CHE MANIPOLA IL CONSENSO SFRUTTANDO OGNI SPINTA DI TRASGRESSIONE E DI SRADICAMENTO. AL PARI DI QUESTA CHIESA CHE FA SPAZIO ANCHE A CIO’ CHE LE E’ ESTRANEO, MA RINUNCIA, APPENA QUALCUNO GLIELO CHIEDE, AI SUOI STESSI SIMBOLI.COME IL CROCIFISSO E IL PRESEPE. VEDI SCUOLA ITALIANA.
    TUTTAVIA PERDONO TERRENO SEMPRE DI PIU’. ECCO LA RABBIA E L’ODIO COMPRESSO, DI CUI DICEVAMO!

    • Gloria Zorzenone on 30 Ottobre 2019 at 08:32
    • Reply

    Leggete cosa afferma Maurizio Blondet al congresso dei sovranisti e le allucinanti dichiarazioni del Baffo metto in merito alla vittoria elettorale umbra e alle ( lui prevede ) elezioni del presidente della Repubblica: è incredibile! Se di Maio o Zingaretti in uno slancio inatteso di coscienza non si dimettono, ce li togliamo di torno solo quando l’Italia sarà diventata una colonia franco – tedesca e forse nemmeno quella volta. Altra notizia preoccupante è la proposta di usare la carta d’identità per accedere ai social : tutti schedati i dissidenti. Un incubo interminabile.

    • Gloria Zorzenone on 30 Ottobre 2019 at 11:55
    • Reply

    …… Magari ai dissidenti verrà tolta o annullata la tessera elettorale…..

    • Franco Cordiale on 30 Ottobre 2019 at 13:00
    • Reply

    RIBADISCO. Esiste una nazione fatta di semplici CITTADINI ! Cercano dallo Stato ciò che lo Stato può e deve fornire, in base al PATTO SOCIALE con cui esso si é costituito. A) SOVRANITA’ (altro che la polemica imbecille contro il “SOVRANISMO”!) come difesa del territorio all’interno e dall’esterno (criminalità, corruzione, INVASIONI MIGRATORIE dietro lo scudo ipocrita dell”umanitarismo e della “accoglienza”, ma anche SPRECO DI RISORSE PUBBLICHE, INQUINAMENTO E DEVASTAZIONE DEL TERRITORIO…DA PARTE DI MAFIE E CAMARILLE…) B) RAPPRESENTATIVITA’ POLITICA DEL POPOLO: vedi diritto-dovere di votare non solo il parlamento, ma il CAPO DELLO STATO.
    C) DIRITTO ALLA SICUREZZA PUBBLICA E AD UNA GIUSTIZIA PENALE CHE LA GARANTISCA: sono i principi dell’illuminista Cesare Beccaria, che esigeva “certezza del diritto” e insieme “certezza della pena”. Ma risalgono a millenni di civiltà umana: dal Codice di Hammurabi al Decalogo della Bibbia. “Chi non punisce il male, costui comanda che si faccia!” sentenziò Leonardo da Vinci. Non certo la pseudo-giustizia vigente, dalla parte di chi commette il reato, piuttosto che da quella di chi lo subisce ! E) UNA EQUA TASSAZIONE, la quale non pesi in modo abnorme, sia sui singoli cittadini, sia su coloro che producono ricchezza e creano posti di lavoro. Una LOTTA EFFICACE ALL’EVASIONE non potrà mai esserci fino a quando il trattamento verso gli EVASORI VERI, non si occuperà davvero di costoro, distinguendoli e separandoli dai comuni cittadini lavoratori, anziché buttare tutti nello stesso mucchio…F) UNA TUTELA DEL BENE PUBBLICO: patrimonio immobiliare dello Stato, acquedotti che nessuno ripara, fiume di denaro delle nostre tasse che si perde per mille rivoli…SANITA’ DEL SUD DA CUI I MERIDIONALI SCAPPANO, in quanto non si fidano di essere curati…a rischio !
    In breve: l’aspettativa verso la “DESTRA FASSISTA E RASSISTA” cosiddetta é proprio questa. Ma spiegarlo ai “cervelloni” di Repubblica e “radio capital”, alle Gruber e agli zingarelli o zingaretti, come si chiama…secondo voi… NE VALE LA PENA ?

    • Gino Cerutti on 30 Ottobre 2019 at 13:24
    • Reply

    Verissimo: 60.000 della “piattaforma Rousseau” (o 65.000, al massimo), pesano di più di SEICENTOMILA VOTI di liberi cittadini, non attivisti e faccendieri del “grillo sparlante e malpensante!” Io chiamo costoro PAGLIACCI…detto senza offesa per i clown, professionisti del far ridere…mentre i giallo-rossi e chi li favoreggia, fanno ridere…per non piangere…

    • Ivan.G on 30 Ottobre 2019 at 13:41
    • Reply

    Giorgia Meloni rappresenta oggi quanto di migliore e di autentico la Politica possa proporre in Italia. Credo che non vi possa essere futuro per il nostro Stato che non passi per un pieno sostegno a questa donna che la politica dimostra di averla nel sangue.

    • Franco Cordiale on 31 Ottobre 2019 at 09:31
    • Reply

    ITALIA VERA E REALE…I CATTO COMUNISTI TI SNOBBANO..
    PEGGIO PER LORO..

Rispondi