Hong Kong, da ambasciata cinese dichiarazioni intollerabili, Di Maio convochi immediatamente ambasciatore

«Intollerabili le dichiarazioni del portavoce dell’Ambasciata cinese in Italia sull’iniziativa organizzata ieri in Senato, anche da Fratelli d’Italia, con Joshua Wong, uno dei leader della protesta di Hong Kong. Siamo allibiti dall’arroganza e dalla sfrontatezza con le quali la rappresentanza diplomatica di Pechino si è permessa di censurare l’iniziativa di alcuni parlamentari italiani definendola “irresponsabile”. Fratelli d’Italia chiede ufficialmente ai presidenti di Camera e Senato, Fico e Casellati, di far sentir subito e forte la voce del Parlamento italiano a difesa del sacrosanto diritto di deputati e senatori di esprimere le proprie idee e organizzare le iniziative che desiderano. Chiediamo al Governo italiano, e segnatamente al ministro degli Esteri Di Maio, di convocare immediatamente l’ambasciatore cinese per ricordare che l’Italia è uno Stato democratico, a differenza del regime liberticida cinese.».

È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Condividi

3 commenti

    • Alberto Busato on 30 Novembre 2019 at 23:46
    • Reply

    Effettivamente la parola “irresponsabile” da parte cinese NON doveva essere pronunciata. E questo va fatto rilevare con energia. Come, del resto, il messaggio di Giorgia fa! D’altra parte l’ Occidente deve prendere coscienza del fatto che un Popolo di un miliardo e mezzo di persone non può essere governato con un sistema di Democrazia all’occidentale, che non produce rapidità di decisioni, quali sono necessarie in questa epoca. Già noi soffriamo di questa limitazione, per cui è ricorrente il tentativo di cambiare la Costituzione.

    • Gino Cerutti on 1 Dicembre 2019 at 03:37
    • Reply

    MA COME ? CON LE PIAZZE CHE DICONO ESSERE STRACOLME DI COSIDDETTE SARDINE VOCIANTI E PETULANTI, COSI’…LIBERE E SPONTANEE…EHEM…UNA PAROLA DI SOLIDARIETA’ AI PROTESTATARI DI HONG KONG UNO SE LA ASPETTEREBBE, DICO BENE ? INVECE silent, please ! ECCO LA DIFFERENZA TRA LA PROTESTA VERA, quella degli studenti cinesi, SGRADITA AI REGIMI, E QUELLA DELLE COSIDDETTE SARDINE, FINTA, FASULLA, TAROCCATA, IMBASTITA DAI SOLITI BAMBOCCI MANIPOLATI CHE IL POTERE GLOBALISTA ED ANTINAZIONALE ADDESTRA COME PAPPAGALLI AMMAESTRATI, A RIPETERE IN BRANCO FRASI FATTE CHE NEMMENO CAPISCONO, POVERI MENTECATTI CON POCO SALE…MA LE SARDINE FINISCONO IN PADELLA, SI SA.

    • dellelmodiscipio on 1 Dicembre 2019 at 07:53
    • Reply

    Sì ma la Repubblica popolare cinese non è un regime liberticida.

Rispondi