Morte bimba rom, notizia lacerante, campi nomadi devono essere sgomberati e chiusi

Denutrita, disidratata, con piaghe da decubito aperte, costretta a vivere nel degrado più assoluto. La morte della bimba di 5 mesi nel campo nomadi di via Candoni a Roma è una di quelle notizie laceranti che è impossibile dimenticare. È intollerabile che nella nostra città, capitale di una Nazione che fa parte del G8, possa succedere ancora tutto questo. Non me ne capacito. Lo abbiamo proposto mille volte ma continuiamo a ribadirlo: i campi nomadi devono essere sgomberati e chiusi, una volta per tutte. Perché non è degno di Roma, della sua storia e della sua identità, consentire che sul suo territorio ci siano zone franche dove accade di tutto. Questa ennesima tragedia sia da monito per tutte le forze politiche e le Istituzioni, al di là delle appartenenze e delle logiche di parte. Roma non merita tutto questo.

Condividi

2 commenti

    • Franco Cordiale on 1 Dicembre 2019 at 03:16
    • Rispondi

    SOLO IN ITALIA VIGE LA ANOMALIA DI UNA PIAGA SOCIALE COME QUESTA, TOLLERATA PER MAFIA, INCURIA, SPECULAZIONE POLITICA.

    • Gino Cerutti on 1 Dicembre 2019 at 09:15
    • Rispondi

    La situazione rom in generale e’ pazzesca! Una scuola perenne di marginalita’ e di illegalita’, a danno dei rom e di chi li sopporta.

Rispondi