Carceri, subito tavolo emergenza nazionale e interventi immediati se serve anche con esercito

Le carceri sono in rivolta. Gli agenti della Polizia Penitenziaria, in queste ore vivono momenti concitati, dovendo sedare le rivolte e trovandosi in perenne carenza di organico e dotazioni. Subito un tavolo di emergenza nazionale e interventi immediati, se è il caso anche con l’Esercito, per ripristinare le regole dello Stato e delle Istituzioni rappresentate anche dagli uomini e donne in divisa. Non c’è tempo da perdere.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Riccardo Crocetti il 9 Marzo 2020 alle 19:31

    Ma perchè la feccia carceraria è libera di entrare ed uscire dalle celle? Creando così, problemi immensi alle guardie carcerarie? Io non mi sono interessato a questo problema, ma il provvedimento sa tanto di FASCISMO ROSSO. Infatti, come non mi stancherò mai di ripetere, il fascismo rosso è patologicamente e puerilmente attaccato alla SOVVERSIONE FINE A SE’ STESSA. Se anche il mondo intero fosse ROSSO, i sinistrorsi non si stancherebbero mai di inventare provvedimenti e leggi , da una parte liberticide, e dall’altra volte a creare il casino.Se il centrodestra ritornerà al potere , le leggi rosse in materia carceraria ( e tutte le altre) dovranno essere TUTTE cancellate.

    • Riccardo Crocetti il 9 Marzo 2020 alle 19:38

    A proposito di quanto appena scritto, ricordo che molti anni fa, in Francia, su un enorme cartellone commemorativo , i socialisti festeggiavano i dieci anni della loro ascesa al potere.
    C’era una frase: ” Dix ans déjà !”.
    E un’ignota mano malefica, vi aveva aggiunto con lo spray( mi pare) :” Qu’on sème le bordel !”.
    Per chi non conosce il francese , traduco : ” Sono già dieci anni!”.
    ” Che si semina il casino!”.

    • Gino Cerutti il 9 Marzo 2020 alle 22:25

    DIETRO LE PREVEDIBILI RIVOLTE CI SONO ALMENO DUE ORDINI DI FATTORI. IL SOVRAFFOLLAMENTO, CON I RISCHI DI CONTAGIO, PER INIZIARE. MA RINGRAZIAMO CHI CI HA IMPOSTO L’ ACCOGLIENZA SELVAGGIA DI OGNI CLANDESTINO TRAFFICATO DALLA LIBIA E DA ALTRE BANDE SULLE NOSTRE COSTE E PORTI “SICURI”. ALMENO UN TERZO DI DETENUTI SONO INFATTI STRANIERI.!!
    MA ANCOR PIU’ L’IDEOLOGIA RADICAL SINISTRORSA CHE CONSIDERA I DETENUTI NON GIA’ COME VIOLATORI DELLA LEGGE E DEL PATTO SOCIALE, CON DELITTI SPESSO RIPUGNANTI CONTRO LA PERSONA (SEVIZIE, ABUSI, STUPRI, RIDUZIONE IN SCHIAVITU’, INFAMI TRUFFE E RUBERIE CONTRO GLI ANZIANI, USURA CON DISTRUZIONE MORALE E FISICA DELLE VITTIME…)… BENSI’ QUALI PRESUNTE POVERE VITTIME DA TUTELARE E DA COSTITUIRE IN SINDACATO, ALLA FACCIA DELLE VITTIME, ESSE SI’ INDIFESE, CHE I DELINQUENTI HANNO OFFESO.!
    RISUONANO ABERRANTI LE INVOCAZIONI ALLA LIBERTA’ A MEZZO DI AMNISTIA ED INDULTO. ABBIAMO GIA’ DATO, ESIMI DELINQUENTI : UN MINISTRO DELLA GIUSTIZIA COME FU CLEMENTE MASTELLA CI BASTA… E AVANZA PURE.!
    LA DESTRA SBARRI ASSOLUTAMENTE LA STRADA AD OGNI PROGETTO IN TAL SENSO. NE VA DELLA SUA STESSA CREDIBILITA’.

    • Gino Cerutti il 10 Marzo 2020 alle 00:40

    E POI I DELINQUENTI FOGGIANI AVEVANO ORGANIZZATO LA VIOLENTA SCENEGGIATA, CON DANNI CHE PAGHERA’ IL SOLITO PANTALONE, SOLO PER SQUAGLIARSELA… MA GLI E’ ANDATA BUCA, ALMENO AI PIU’. QUANTO ALLE SBEVAZZATE DI METADONE, FANNO BEN CAPIRE IL LIVELLO DI ABBRUTIMENTO DI ALCUNI. SE QUESTI SONO I RISULTATI DEL RECUPERO, STIAMO FRESCHI.! COSA FAREBBE GENTE SIMILE, UNA VOLTA AMNISTIATA E LIBERATA ? CHIEDIAMOLO A ZIETTA BONINO…

    • Pino 007 il 10 Marzo 2020 alle 04:22

    La zia bonino sarebbe la prima che taglierebbe la corda. Ricordatevi che una delle specialita’ comuniste e’ proprio quella di lasciare liberi i lupi nei greggi indifesi.

    • Gino Cerutti il 10 Marzo 2020 alle 13:43

    SE PIGLIANO I CAMORRISTI FOGGIANI ANCORA IN GIRO, AUSPICO ED INVOCO UN TRATTAMENTO DAVVERO… EFFICACE… DA FARGLI RICORDARE CHE I CITTADINI ITALIANI, SONO DAVVERO STUFI DELLA CONSOLIDATA IMPUNITA’ DI QUESTI MASCALZONI USURAI, ESTORSORI, PAPPONI E NEGRIERI, TRAFFICANTI DI DROGA E MERCE UMANA, VEDI IMMIGRATI CLANDESTINI AMBOSESSI. NE HANNO LE SANTISSIME PIENE DI DOVER ANCHE RIPAGARE I DANNI DEI LORO VIOLENTI E TURBOLENTI CARNEVALI NELLE CARCERI FUORI CONTROLLO.!
    MA BISOGNA ISOLARE I LORO FAVOREGGIATORI POLITICI, TIPO RADICALI E “nessuno tocchi Caino”… Invece Abele lo si puo’ ammazzare con ampie garanzie…
    Fratelli di Italia capiscano questa giusta istanza è agiscano di conseguenza !

  1. E’ PROPRIO VERO SIGNOR CERUTTI!! CONDIVIDO OGNI PAROLA. PURTROPPO L’IMPUNITA’ E IL GARANTISMO A QUALSIASI COSTO PER I DELINQUENTI, SONO UNA TIPICA CARATTERISTICA DEI COMUNISTI ALL’ITALIANA. FOSSE SUCCESSA UNA COSA DEL GENERE CON I COMUNISTI CINESI, PROVATE AD IMMAGINARE LE CONSEGUENZE PER GLI AUTORI DELLA RIVOLTA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.