DL rilancio, Meloni: Ristorazione italiana in ginocchio, subito regole chiare per la riapertura e finanziamenti a fondo perduto

Tra le tante categorie discriminate in questa Fase 2 c’è sicuramente il mondo della ristorazione italiana. Un intero settore in ginocchio che ancora non ha ricevuto aiuti concreti o disposizioni chiare per poter riaprire in tranquillità. Ringrazio Alessandro Borghese per il coraggio di essersi fatto portavoce dell’intera categoria e rilancio il suo appello: subito regole chiare per la riapertura e finanziamenti a fondo perduto, migliaia di attività e posti di lavoro sono a rischio.

Condividi

5 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Daniela cp il 11 Maggio 2020 alle 19:10

    Non sono solo i finanziamenti a fondo perduto che non arriveranno mai….. ma anche quella piccola elemosina promessa quale bonus 600€ per il mese di marzo…. domanda fatta il gg 03/04/2020…..
    non è ancora arrivata, non solo ma è ancora in lavorazione…. chiamo e non ti sanno dire nulla, richiamo e oltre le ore di attesa ci si trova con personale maleducato ed incompetente….
    Possibile che dopo 37 gg mi rispondano così?????

    Gentile utente,
    con riferimento alla sua richiesta n. …………………

    le comunichiamo quanto segue:

    Ci spiace informarla che lavorazione delle domande sta richiedendo più tempo del previsto, in quanto è necessaria una verifica puntuale delle singole posizioni ed una ulteriore elaborazione delle eventuali variazioni apportate. La invitiamo pertanto ad attendere ancora qualche giorno che l’esito della Sua istanza sia reso visibile nella procedura dedicata, accedendo con il Suo PIN, alla funzione “Esiti

    La ringraziamo per aver utilizzato il servizio INPSRisponde,
    non esiti a contattarci per ulteriori richieste.

    Ero capace pure io di ricontrollare l’esito della domanda!!!!!
    Cosa deve pensare la gente di questo paese???
    Ditemelo voi!!!!

    • Marco Giacinto il 11 Maggio 2020 alle 21:13

    Parlo per mio figlio: bar ristorante nel centro di Savona, Dimanda per i € 600 fatta la norre del 2 aprile alle ore 3 AM. Pin sito Inps. Risposta sempre la stessa: In attesa di esito. Dopo 40 giorni neppure sa se l’Inps lo riterrà qualificato per il magro sussidio. Altro che riaprire: per pagare l’affitto, tutte le altre spese uguali a prima e incassi al 20-30=, se va bene? No grazie, ci uniamo al coro di quanti preferiscono restare chiusi, se non arriva niente sallo Stato (che ci manda in banca a indebitarci, vergogna!). Vedi:
    https://www.ilsecoloxix.it/la-spezia/2020/05/11/news/se-ripartiamo-il-18-falliamo-l-appello-del-barista-di-sarzana-io-non-apro-prima-metteteci-nelle-condizioni-di-lavorare-1.38831154

  1. approposito di italiana/ni/no…
    ma tutti quei coglioni che sono iin sud america da febbraio….
    ma voi COGLIONI A GENNAIO DOVE CAZZO ERAVATE?
    dal 7 GENNAIO CHE SI SA CI SIA IN GIRO STA MERDA DI VIRUS E VOI PARTITE PER IL SUD AMERICA A FARVI LE VOSTRE VACANZE…
    MO CHE E’ TUTTO BLOCCATO VOLETE TORNARE A CASA,,,
    A STRONZI LA TESTA DOVE LA AVEVATE IL 7 DI GENNAIO?
    SIETE LA E RESTATECI FINO A CHE LA SITUAZIONE NON SI RISOLVE!!!
    A ROMPER LE PALLE!!!

    • emilio il 12 Maggio 2020 alle 18:05

    Cara Giorgia dillo anche a Salvini. Continuate a non fare niente intanto il peggio dovrà ancora arrivare. Prima li facciamo aprire tutti. Poi facciamo
    la conta dei sopravvisuti e vediamo in quali condizioni sono arrivati in fondo.
    Sicuramente saranno prima quelli che in qualche modo sono legati a fili doppio con le organizzazioni Catto-Comuniste. Bravissime a gestire il 3° settore.
    Uscite dalle polemiche giornaliere e presentateci delle proposte per il futuro.
    Un salutone …………..Nonno Emilio

    • Giovanni il 15 Maggio 2020 alle 17:26

    Siamo nelle mani di un branco di incapaci che si fanno dettare le regole da un comitato di salute pubblica come ne peggiore degli Stati totalitari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.