Droga, Meloni: Sinistra e cinquestelle continuano a proporre la follia della legalizzazione, noi saremo sempre in prima linea per combattere ogni dipendenza

Oggi si celebra la 33esima Giornata mondiale di lotta alla droga. In Italia le dipendenze patologiche sono una vera e propria emergenza, purtroppo aggravata dal Covid-19. I dati lo confermano: 350 i morti all’anno di “overdose”, quasi un morto al giorno, 500 mila persone che fanno abuso di sostanze e avrebbero bisogno di aiuto ma solo 1 su 5 viene preso in carico, oltre 15 miliardi di euro spesi in sostanze illegali. Un dramma dimenticato dal Governo: zero provvedimenti, l’ultima conferenza nazionale si è svolta oltre un decennio fa, da ben 9 anni non viene rifinanziato il Fondo nazionale di intervento per la lotta alla droga. Fratelli d’Italia è al fianco degli operatori del settore pubblico e del privato sociale, che lavorano ogni giorno in difesa dei più fragili ma che questo Esecutivo ha dimenticato. In Parlamento siamo impegnati per dare loro risposte concrete e abbiamo già presentato una riforma del sistema dei servizi sulle dipendenze nata dal confronto costante con le comunità, il servizio pubblico e le associazioni, capace di affrontare efficacemente un fenomeno in continua evoluzione. Mentre la sinistra e i Cinquestelle continuano a proporre la follia della legalizzazione, noi saremo sempre in prima linea per combattere ogni dipendenza e dire che una vita libera dalle droghe è possibile.

Condividi

7 commenti

Scrivi un commento

    • Ewa Wojcikowska on 26 Giugno 2020 at 16:35
    • Rispondi

    Nessuna legalizzazione di nessuna droga

    • Giorgio on 26 Giugno 2020 at 18:51
    • Rispondi

    Continuate a battere duro, la legalizzazione della droga è una parola più grande di loro!!!!!!!!! Sicuramente avete del buonsenso come gestirla questa faccenda.andata avanti così!

    • Angelo on 26 Giugno 2020 at 22:09
    • Rispondi

    Pagliacci, questa è gente che non conosce minimamente il tema, purtroppo viviamo in paese di pecore ignoranti!!!!Quindi meglio finanziare la mafia , che regolarizzare….

    • Franco Cordiale on 27 Giugno 2020 at 08:55
    • Rispondi

    LA DROGA FORNISCE AGLI SCHIAVI LA LIBERTA’ FINTA. QUELLA UTILE AI LORO PADRONI: INCATENARSI NEL CORPO E NEL CERVELLO.
    INCAPACITA’ DI COMPRENDERE TALE PRIGIONIA. INCAPACITA’ DI LOTTARE PER ESSERE INDIVIDUI PENSANTI.
    AI SIGNORI GLOBALISTI VA BENISSIMO COSI’.
    I SINISTRI MONDIALI NON CHIEDONO ALTRO !
    RIBELLIAMOCI !

    • Franco Cordiale on 27 Giugno 2020 at 10:06
    • Rispondi

    La cosiddetta “liberta’ di drogarsi” e’ l’ imbroglio piu’ sporco, escogitato gia’ negli anni sessanta, per travestire come “trasgressivo” un comportamento SCHIAVIZZANTE, AUTOLESIONISTICO, SUICIDA. Come dire… ubriacati, guida contromano, gettati da un ponte e realizzerai in modo creativo ed originale la tua liberta’!
    Guarda caso, era proprio la famosa OLANDA, da cui ci giungono le prediche moralistiche sulla nostra “scioperatezza”, la mecca del libero spaccio e libero consumo degli stupefacenti e un laboratorio a cielo aperto della SOCIETA’ MULTIETNICA… branchi di sradicati, conciati nelle fogge piu’ inverosimili, dentro il sinistro luna park di un gay pride permanente, sempre a caccia di SOLDI E DI DROGA. Amsterdam era la loro “capitale morale” e la calamita di tutti i presunti “trasgressivi” europei.
    QUALE MODELLO INCOMPARABILE !

    • Franco Cordiale on 27 Giugno 2020 at 10:13
    • Rispondi

    LIBERALIZZARE LA CANNABIS… E’ SOLO IL CAVALLO DI TROIA (a uso dei… figli di Troia) per familiarizzare le nuove generazioni con QUALSIASI TIPO DI STUPEFACENTE, specie le devastanti pasticche chimiche a base di “acidi” che bruciano letteralmente le cellule del cervello. Rendere stupidi, beoti, DECEREBRATI i giovani, dentro continui sbalzi di umore e altalene on – off. Ecco il traguardo ! La caverna popolata di schiavi incatenati di cui parlava Platone in uno dei libri della sua Repubblica, oggi si potrebbe descrivere con questa orribile ed angosciosa immagine.

    • Luigi on 27 Giugno 2020 at 20:24
    • Rispondi

    È chiaro che vogliono legalizzare la droga ,i maggiori utilizzatori sono loro,li hanno nel governo nei partiti,non solo la usano,la coltivano anche a Montecitorio.Adesso si capisce perché dicono tante stronzate.

Rispondi