Maltempo, Meloni: Solidarietà alla popolazione di Crotone. Un grazie di cuore ai vigili del fuoco e alla protezione civile per il loro lavoro

Seguo con apprensione l’evolversi della situazione a Crotone, colpita stamani da un violento nubifragio. Solidarietà alla popolazione e grazie di cuore ai Vigili del fuoco e alla Protezione Civile, impegnati nelle operazioni di soccorso per aiutare le persone bloccate nelle auto.

Condividi

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Solidarietà a TUTTI i calabresi,sono vicino a loro. Ma poi penso;e rifletto: Come mai l’Italia sono 70 anni che si sgretola dappertutto? Certo l”‘uomo” sta distruggendo il clima;ma noi italiani che abbiamo fatto per almeno curare i nostri territori?Solo migliaia di miliardi di lire ed ora di euro,gestiti in combutta con malavitosi e corrotti politici,che hanno creato la nostra distruzione territoriale

    • MARIA GRAZIA bielli il 23 Novembre 2020 alle 18:04

    Solidarietà ai calabresi che già hanno tantissimi problemi, oltre a quelli politici amministrativi e mafiosi, anche il maltempo! Sempre GRANDI i nostri vigili del fuoco e gli uomini della protezione civile!

    • Pino 007 il 29 Novembre 2020 alle 00:09

    Il clima e la stessa natura nessuno la puo’ cambiare.
    Pero’ l’uomo ha creato cose che hanno alterato il clima e questo si e’ inxxxxto.
    Quello che va cambiato e’ il sistema di fare le cose, fatte senza criterio, senza vederne le conseguenze e naturalmente un sistema governativo che non ha mai funzionato, tutt’ora non funziona e mai funzionera’ perche’ questa e’ la vera NATURA tutta ITALIANA.
    Costruire dove non si deve e quando si costruisce lo si fa senza criterio ma solo per il guadagno ( vedi Genova e altri disastri ), quindi perche’ dare colpa alla natura quando questa fa solo il suo dovere buono o cattivo che sia.?

    • Pino 007 il 29 Novembre 2020 alle 00:19

    Nel momento del disastro, grande solidarieta’ ai calabresi, ai campani, e a tutte le collettivita’ che hanno subito disastri.
    Ma costoro si sono mai dati un colpetto al petto per un MEA CULPA?????
    Avete eretto e costruito dove non dovevate modificando le strutture della terra e la sua natura, avete deviato fiumi per avere bei panorami dalle ville dove non dovevano essere costruite , ecc. ecc.
    Quindi la NATURA si e’ rotta e si e’ ribellata.
    Ad ogni modo la nostra solidarieta’ e’ con voi tutti.
    Ora speriamo che il governo vi dia una mano come fece in Irpinia…….!!!!!

Rispondi