Banche, Meloni: FdI fa suo appello associazioni su nuove regole Eba. Silenzio da Governo e da Gentiloni: Serve intervento urgente

Fratelli d’Italia fa proprio e rilancia l’appello lanciato dalle associazioni di categoria per chiedere alle istituzioni di Bruxelles di rivedere le nuove regole Eba in materia di default dei creditori e di calendar provisioning, che entreranno in vigore il 1 gennaio 2021. Secondo queste norme basterà uno scoperto minimo sul conto per essere segnalati alla centrale rischi come insolventi. Le banche saranno sommerse di nuovi crediti deteriorati e risponderanno con una nuova stretta creditizia. Un vero e proprio disastro annunciato che rischia di infliggere il colpo di grazia a migliaia di lavoratori e aziende in sofferenza a causa della crisi generata dal Covid. Da settimane FdI, attraverso la delegazione nel Parlamento Ue, chiede al Commissario all’Economia Paolo Gentiloni di battere un colpo. La risposta è stata un assordante silenzio. E tace anche il governo italiano che non ha mosso un dito per cercare di ottenere almeno un rinvio delle nuove norme. Non ci fermeremo: in Italia e in Europa continueremo a chiedere un intervento urgente, perché difendere le imprese italiane è un dovere della politica e delle istituzioni.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino 007 il 31 Dicembre 2020 alle 06:44

    Silenzio da parte del governo ? Perche’ speravate in una reazione del governo ? Gentiloni….. il classico menefreghista che del Paese e dei suoi problemi se ne sbatte le…… , Tanto lui e’ in una botte di me…..piena di euro. Ma ancora per poco, tutti i nodi arrivano sempre al pettine.

  1. Limitare la possibilità di agire delle banche è una cosa che va assolutamente fatta, i comunisti nello loro solito stile ipocrita, una volta al governo sono sempre i migliori alleati delle banche, in Italia e nel mondo.

    • MARIA GRAZIA bielli il 31 Dicembre 2020 alle 11:31

    Vedi Giorgia, anche in questa occasione la sinistra protegge le banche e non i cittadini. Ma quanti in questo periodo, avendo depositato lo stipendio, le pensioni in banca, sforano il rosso. Colpiscono sempre i più poveri, che domani non potranno neppure comprare un mobile a rate. Non parliamo poi degli artigiani, dei piccoli commercianti che contano su quel ROSSO! Questo è un vero dramma nel dramma generale! Condiviso il tuo articolo!

  2. Cara Meloni,questi disonesti del governo;VOGLIONO il fallimento dell’Italia;altrimenti si preoccuperebbero veramente di non far fallire centinaia di migliaia di piccole e medie imprese. E tutto andrà a favore dei cinesi e dei tedeschi e francesi.Maledetti venduti e traditori.E pensare che ci sono anche tanti idioti deficienti che li votano?!….ma allora meritano la miseria.

    • Giorgio il 31 Dicembre 2020 alle 14:04

    Giorgia il discorso che fa’ va bene affinché abbiamo due del pd alla ue stanno nella linea del partito si vede come si stanno comportando questi al governo?? Voi della destra avete delle persone che ha agganci a Strasburgo la’ è da battere duro.non quei burattini del pd alla ue!!

    • Franco Cordiale il 1 Gennaio 2021 alle 14:33

    VOGLIONO DUE COSE, IN BREVE. La PRIMA E’ grecizzare gli italiani, ridurli pieni di debiti e con le pezze al culo. La seconda ? CINESIZZARE ITALIA ED ITALIANI. Quanti italiani ormai lavorano alle dipendenze delle IMPRESE CINESI, AD ESEMPIO RISTORANTI, SALONI DI ESTETICA, AZIENDE TESSILI, GRANDI MAGAZZINI etc ?

    • Ivano il 2 Gennaio 2021 alle 09:08

    Fuori dall’Europa! Subito referendum e fuori!!!

Rispondi