Giorgia Meloni a «La Verità»: «FdI e i conservatori da sempre in difesa della libertà religiosa. La persecuzione dei cristiani è il più grande genocidio in atto nel mondo» 

I fatti di questi giorni, con l’attacco ad una Chiesa in Indonesia e la strage islamista in Mozambico, ci hanno riportato di colpo nella dimensione tragica della persecuzione dei cristiani. Fratelli d’Italia non si è mai stancata di tentare di accendere i riflettori su quello che è il più grande genocidio in atto nel mondo. È un tema a noi molto caro tanto che sia nel Parlamento europeo che in quello nazionale siamo stati i promotori, con Carlo Fidanza e Andrea Delmastro, degli intergruppi parlamentari per la libertà religiosa.

Nel 2020 oltre 340 milioni di cristiani sono stati oggetto di persecuzione o discriminazione. Si calcola che siano state quasi 5000 le vittime, ben oltre 13 al giorno. A questo si aggiungono le migliaia di chiese attaccate, demolite o chiuse e le tante persone che continuano a soffrire, dalla Nigeria al Kosovo, dall’Egitto all’Iran, dalla Siria all’Armenia, dal Pakistan all’Iraq, dal Mozambico alla Corea del Nord. Fino alla tentata strage in Indonesia nella Domenica delle Palme.

Sono milioni i cristiani perseguitati semplicemente in quanto tali e in ragione della propria fede. In alcuni Stati come la Siria e l’Iraq, nei quali subiscono gli attacchi dei terroristi del Daesh, si tratta di pura emergenza. A loro ribadiamo la nostra solidarietà ma anche il nostro forte impegno politico.

È inaccettabile che l’Unione Europea che continua a professarsi come la paladina dei diritti di qualsiasi minoranza, possibile e immaginabile, non si occupi poi prioritariamente di difendere queste comunità. Quando venne inopinatamente deciso di rimuovere il riferimento alle radici cristiane dalla Costituzione europea che si stava redigendo, decisione contro la quale ci battemmo, è come se noi avessimo reciso una parte di noi e con quella il legame profondo con i nostri fratelli cristiani perseguitati in tutto il mondo per la loro fede.

In ogni occasione, l’Europa deve porre al centro la libertà religiosa e la difesa delle comunità cristiane: deve farlo quando sigla gli accordi commerciali con Paesi terzi, così come quando elargisce i fondi per la cooperazione internazionale allo sviluppo. E deve farlo la comunità internazionale prima di dare vita ad avventure militari che, con il miraggio dell’esportazione della democrazia, finiscono molto spesso per spianare la strada all’Islam fondamentalista. Difendere i cristiani, ovunque essi si trovino, significa anche difendere la nostra identità, riaffermare il nostro attaccamento alla sacralità della vita, all’uguaglianza tra uomini e donne, alla difesa della famiglia naturale fondata sul matrimonio. Sono orgogliosa che in occasione del Giovedì Santo FdI abbia organizzato la videconferenza “Nel nome del padre. La tragedia quotidiana dei cristiani perseguitati” e ringrazio tutti coloro che sono intervenuti, in particolare i missionari e i sacerdoti che ci hanno inviato la loro testimonianza. È grazie a queste persone coraggiose impegnate ogni giorno in prima linea che possiamo avere informazioni libere dalla censura e conoscere fatti che altrimenti ci sarebbero preclusi. Purtroppo, in molte realtà la loro fede e il loro lavoro sono gli unici scudi posti a protezione di chi viene dimenticato o sacrificato sull’altare di interessi economici o politici, come troppo spesso vediamo accadere. Da sempre i Conservatori si battono per difendere la libertà religiosa. Lo hanno fatto in passato opponendosi all’ateismo di Stato imposto dal comunismo sovietico e lo faranno ancora in futuro, contrastando gli eccessi del partito comunista cinese, dell’islamismo radicale e di chiunque altro non voglia difendere la libertà religiosa.

Questo impegno è e sarà ancora di più al centro del mio mandato come presidente di ECR Party, il partito dei Conservatori e riformisti europei, ed è un obiettivo sul quale intendo spendermi in prima persona. Ai nostri fratelli cristiani perseguitati nel mondo i miei auguri di poter trascorrere, in libertà e sicurezza, una serena Pasqua di Resurrezione.

Giorgia Meloni

Presidente di Fratelli d’Italia e di ECR Party

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Federico il 3 Aprile 2021 alle 11:02

    Alla massonica sinistra dei salotti radical chic dei palazzi,meno cristiani ci sono e meglio è.
    Il progetto ideologico di scristianizzare l’Italia è in progress.
    ..
    Si sa, le sx dei salotti bene amano i maomettani,li vedono come miglior mezzo per cancellare la nostra cultura e tradizione cristiana,per questo ne incentivano gli arrivi.

    Non vogliono nemmeno i crocefissi a scuola,nel nome dell’ accoglienza.

    Il principe di questo mondo è scatenato e tra le sinistre “progressiste” ha molti adepti!
    .

  1. Sembra che non sia mai stato accettato il nostro in una Europa ove sono per la stragrande maggioranza ! La colpa è anche nostra, visto che anche il nostro idioma nazionale si è reso schiavo, preferendo dizioni anglossone, come vergognosamente apostrovare la nostra ITALIA in Italy! Per tutto il resto, vorrei ricordare che un tempo in questa nostra ITALIA esistevano negozi ove si poteva acquistare tutto a “Mille lire”, oggi gli stessi vendono il tutto a “Un Euro>, ossia a lire 1936,27! Inflazione che va quasi al 200% e nessuno ha mai aperto la boccucia! Come mai tale silenzio, visto che stipendi e pensioni sono state dimezzati?

    • Massimo il 3 Aprile 2021 alle 13:50

    …sarà contento il Prof. “C**o a mortadella”(così lo chiamava Benigni), l’entusiasta promotore dell’Euro.
    Chissà se sorride ancora come allora…

  2. La crudeltà religiosa,è la peggiore delle ingiustificabili scuse per massacrare chi crede in Dio;ma lo chiama differentemente e lo venera senza il minimo atto violente verso le altre religioni

    • Giorgio il 3 Aprile 2021 alle 21:21

    Giorgia avendo avuto esperienze fuori dall’europa contatto gente di diverse razze e religioni dovute da brutte gestioni all’livello socio politico economico questo si riversa nei popoli a livello di dialogo.questo sarà il male in tutto il mondo sarà molto difficile da estirpare.tutte le persone che ci sono in questo hanno una dignità, le guerre sono esclusive per gli ignoranti.

    • Franco Cordiale il 6 Aprile 2021 alle 18:42

    LA CHIESA GESUITICA DI BERGOGLIO abbisogna di questo “melange” politico – religioso fatto di buonismo, inclusione ad ogni costo, accoglienza, dialogo cosiddetto Inter culturale, meticciamento sia mentale, sia biologico di popoli ed etnie, naturalmente dentro la vecchia Europa declinante in ogni senso, ad esempio demografico ed identitario.
    I famosi “fratelli tutti” son costruiti ideologicamente su un francescanesimo spurio, ibridato con il socio-mondialismo “politically correct”, gia’ anticipato dalla teologia modernista di KARL Ranher e imposto alla chiesa cattolica dal famoso “gruppo di San Gallo”, noto meglio come… la mafia di San Gallo.
    Con simili premesse, quale volonta’ di difendere l’identita’ cristiana e quindi la VITA STESSA DEI CRISTIANI potrebbe avere la chiesa bergogliana attuale? Certo, certo… lamentazioni piagnucolose sui cristiani scannati, trucidati, bruciati vivi dentro le loro stesse chiese, dall’Africa francofona e tormentata dal Boko Haram al corno d’africa insidiato dal shabaab o “corti islamiche”, fino al sud est asiatico, indie, Indonesia… queste non mancano mai. Mascherandosi come “perdono cristiano”… Giusto come Don Abbondio! Come perdonava volentieri Don Rodrigo e i suoi “bravi” ! Ricordate.?

    • Franco Cordiale il 6 Aprile 2021 alle 19:04

    LA FAMIGLIA NATURALE FONDATA SUL MATRIMONIO… cito dal messaggio di Giorgia Meloni. Peccato che sia questo uno dei bersagli principali, se non il numero uno, del “nuovo ordine mondiale”, interessato a creare una PLATEA ANONIMA DI CONSUMATORI SRADICATI, come riassunto perfettamente nello slogan della bevanda globalista per eccellenza, la Coca Cola. “La testa ci divide… la pancia ci unisce”.
    A far figli ci penseranno gli IMMIGRATI, clandestini ad esempio, con i figli e loro stessi regolarizzati, grazie allo JUS Soli…O I CINESI, sempre piu’ padroni delle nostre aziende e della nostra economia. Determinando il massiccio INCREMENTO dei cinesi, da un lato e DEGLI ISLAMICI dall’altro, SU MODELLO DELLE PERIFERIE francesi, belghe, inglesi, ma anche italiane.
    I nostri giovani si trastulleranno con il GENDER ed il LGBT, inventandosi giochini di ruolo sessuale secondo il capriccio del momento. Pastrugnandosi di DROGHE varie. Di rumori social, videogiochi e tik tok e annesse STRONZATE… Con diplomi dequalificati e fuori mercato. Accettando lavoricchi e lavorucci sottopagati, che non li metterebbero comunque mai in grado di formarsi una loro FAMIGLIA.!
    La visione dei “padroni del mondo” e’ oggettivamente diabolica, nel senso etimologico. Diabolos significa “colui che divide”, dal greco “diaballo”. Stanno infatti frantumando le nostre societa’ per renderci loro SUCCUBI E SCHIAVI. Non lo avete capito.?

Rispondi