Turismo, Meloni a cultura identità: FdI chiede a Governo di battersi in UE per creazione nuovo fondo strutturale

Fratelli d’Italia chiede al Governo di battersi in Europa per la creazione di un nuovo Fondo europeo strutturale dedicato al turismo nella prossima programmazione europea 2021-2027: uno strumento articolato su modello FESR richiesto sia dalle Regioni italiane che da tante altre europee. Cruciale anche il tema del certificato verde digitale, che deve essere adottato in modo omogeneo in tutta Europa e che è fondamentale per far ripartire il turismo».

È uno dei passaggi della lunga intervista rilasciata a Edoardo Sylos Labini sul mensile “CulturaIdentità” in uscita domani, venerdì 2 aprile, dal presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

«Il turismo è il comparto che ha subito l’impatto peggiore della pandemia: 1 azienda su 7 è a immediato rischio chiusura e molte di più potrebbero presto essere costrette a gettare la spugna. Per salvarlo servono scelte coraggiose. Prima tra tutte l’attivazione dello stato di crisi: è uno strumento fondamentale che da mesi chiediamo al Governo per permettere alle imprese del settore di sopravvivere», ha detto ancora Meloni.

Condividi

3 commenti

    • Giorgio il 2 Aprile 2021 alle 13:43

    Questo è un buon programma come risorsa non è da poco, sarebbe bene cambiare questa ideologia qui nel nostro stato della sinistra senza visioni e programmi basti vedere politiche di risorse da
    l’ Emilia nell ‘appennino sarebbe una buona risorsa ai fini di economia. Purtroppo sembra di rivivere una realtà di almeno di 80 anni fa’.

  1. Solo per il ? Quanto si perde con la scomparsa dell’artigianato e delle PMI? Quanti Artigiani si sono trasferiti in Albania negli anni 1997-2000?

  2. Le tue idee,sono sempre coerenti e mirate al bene dell’Italia;ma è sicuro che se realizzato porta utili anche agli altri settori,es- l’artigiano di Vietri sul mare, venderà porcellane uniche al mondo, le cristallerie di Venezia anche (a 1/2 cinesi), etc..etc..ma sarà anche una manna per i delegati “familiari” dei soliti democratici,che faranno gestire fondi da “incapaci”????…o i soliti furbetti della sinistra!

Rispondi