‘Grillini contro nazionalizzazione’, a Grillo, Di Maio e Di Battista dedico questa canzone di Rino Gaetano

Oggi alla Camera è iniziata la discussione generale sulla proposta di legge di Fratelli d’Italia per nazionalizzare la Banca d’Italia. Alla fine i Cinquestelle hanno deciso di votare contro e la relatrice M5S ha chiesto all’Aula di respingere la proposta. Sono ormai lontani i tempi delle battaglie contro la svendita della nostra Banca centrale, lontanissimi quelli delle battaglie contro i poteri forti. Anche per i poveri grillini vale la massima di Rino Gaetano: “Partono tutti incendiari e fieri ma quando arrivano sono tutti pompieri”. Fratelli d’Italia è rimasto invece l’unico partito coerente su questi temi e continuerà la sua battaglia. A Grillo, Di Maio e Di Battista dedico questa canzone di Rino Gaetano.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Attilio il 23 Luglio 2019 alle 18:39

    Non si capisce perche oggi al governo ci sono persone che vogliono svendere o addirittura regalare ciò che rappresenta l’Italia. Alitalia banca d’Italia Inps ferrovie ecc. Insomma è ora di dire basta salvaguardiamo la nostra nazionalità è sovranità. Complimenti on meloni vada avanti sempre.

    • Gino Cerutti il 23 Luglio 2019 alle 18:41

    PER I CINQUE STALLE, LO STATO DEVE ESSERCI PER CACCIARE SOLDI. IL FATTO CHE DEBBA CONTROLLARE IL TESORO E LE FINANZE NAZIONALI PER TROVARLI E GESTIRLI…E’ UN CONCETTO TROPPO ALTO PER GENTE FERMA IMMOBILE ALLA LOGICA ASSISTENZIALISTA DELLE ELARGIZIONI…”IN NOME DEL POPOLO”. IL LORO STATO E’ BUONO QUANDO LI TIRA FUORI…MA RITORNA UN BABAU CATTIVO QUANDO MAI VOLESSE NAZIONALIZZARE ED ,ORRORE, MONOPOLIZZARE QUALCHE RISORSA STRATEGICA FONDAMENTALE. AD ESEMPIO LA BANCA DI ITALIA. TRA I “PICARI”, I MASANIELLI, LE “ZECCHE ROSSE” DEI CENTRI SOCIALI…QUESTA GENTE E’ INCOMPATIBILE ASSOLUTAMENTE CON QUALSIASI IPOTESI DI GOVERNO DI CENTRO-DESTRA.

  1. Premesso che sono 1000 volte d’accordo con te Giorgia; tuttavia non posso che essere un po’ stordito: non è la sinistra che chiede di nazionalizzare, ma la destra! Magnifico, non c’è una scelta di Giorgia con cui non sia d’accordo. Marx fremerà di gioia nella tomba. Come cambiano i tempi, quando cadono le ideologie!

    • Sergio Turtulici il 24 Luglio 2019 alle 06:39

    Sa cosa rappresenta l’essenza dei 5 Stelle ex-grillinii, Giorgia? Il falso-giovane, il vecchio laido imbellettato e vestito da giovane in “La morte a Venezia” di Thomas Mann. Merita mandarli a fare il pane nel forno dei post-comunisti PD, sempre che anche questi travestiti non cambino un’altra volta nome senza cambiare la “cosa” come fanno da 25 anni,
    Elezioni subito. E Fratelli d’Italia di Meloni con la Lega di Salvini al governo!

    • Pino 007 il 24 Luglio 2019 alle 08:11

    Capire cosa stia succedendo all’Italia, non e’ facile. Bisognerebbe andare indietro di buoni 70 anni e rianalizzare passo passo tutte le fasi che l’Italia ha attraversato fino ai nostri giorni. Lotte intestine non necessarie, fazioni di destra e di sinistra che si sono accoltellati per un non nulla, nessun governo che abbia voluto creare una vera Italia, migliaia di persone che si sono dondolate tra un partito e l’altro senza mai ragionare se era giusto o meno, ed eccoti che escono fuori soggetti che iniziano a strillare ( esempio grillo ) che bisogna lottare per un qualche cosa ,ancora non ben capito, ma che tutto fa meno che dare vere spiegazioni agli italiani sul da farsi. Insomma stiamo o stanno portandoci alla totale distruzione o verso un cammino di non ritorno. Altro ci sarebbe da dire e scrivere ma tempo e spazio sono pochi.

    • Pino 007 il 24 Luglio 2019 alle 08:17

    …. aggiungo….si dovrebbe andare ad elezioni ” O la va o la spacca ” puo’ essere che il duo “FdL-Lega” vinca, come puo’ essere di no, ma se non si prova non sapremo mai di che pasta siamo fatti e continueremo a strillare per nulla.

    • Franco Cordiale il 24 Luglio 2019 alle 10:15

    LA SINISTRA neoliberale targata PD non vuole alcunché utile a RINFORZARE LO STATO. Idem per i “cinque stalle”, suoi figliocci ideologici e politici, con spiccata propensione al capriccio adolescenziale, umorale e voltagabbana. I NEOLIBERALI GLOBALISTI-ECUMENICI-COSMOPOLITI E APOLIDI rifiutano come “autoritaria” “repressiva” e…”fassista” ogni entità strutturata che sia volta a tutelare ITALIA ED ITALIANI.Niente banca centrale, niente frontiere, niente programmi ufficiali nella “squola” di massa, niente Forze Armate degne di tal nome…ma in compenso TANTA BUROCRAZIA per distribuire soldi anche a chi non ne avrebbe diritto, per rendere improbabili le OPERE PUBBLICHE, per impedire ogni respingimento dei clandestini. Ne consegue quella che riassumerei con una frase: LA DITTATURA DELL’IMPOTENZA. A tutto beneficio altrui…

Rispondi