Umbria, espugnata la roccaforte della sinistra, ora liberiamo l’Italia

Espugnata la roccaforte della sinistra: ora liberiamo l’Italia.

Condividi

15 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino 007 il 28 Ottobre 2019 alle 06:26

    Bravissima, ora non molliamo, questo e’ il momento di dimostrare quanto promesso, avanti tutta, avanti cosi’.
    AUGURI anche a tutta la gente dell’Umbria.

    • dora il 28 Ottobre 2019 alle 07:41

    Non avevo dubbi! Brava Giorgia, finalmente cominciamo a respirare un po’ d’aria pulita! Non mollate, non prendetevela se continueranno a inventarsi-quel che vogliono-su di voi, è solo acredine e invidia! Ti auguro il meglio per tutto, sono presuntuosa, e come tale ho la convinzione che te lo meriti tutto!

  1. Le regole da cambiare, le conosci. Prua al mare e motore!

    • Gloria Zorzenone il 28 Ottobre 2019 alle 09:22

    Felicitazioni! Ma….. ora si presenta un altro spauracchio: uno spauracchio che si chiama Draghi.

    • Marco Giacinto il 28 Ottobre 2019 alle 09:28

    Contro la liberazione dell’Italia si frapporrà Mattarella, allergico a nuove elezioni

    • Giovanna il 28 Ottobre 2019 alle 09:31

    Ottimo!
    Siamo sulla buona strada… avanti così, verso Roma!

    • Franco Cordiale il 28 Ottobre 2019 alle 10:30

    Immagino la “risposta” dei sedicenti intellettuali su Repubblica, La Stampa, ma anche Famiglia Cristiana e il Corrierone di via Solferino a Milano…TRATTASI DI RIGURGITI FASSISTI-RASSISTI-POPULISTI ETC. Con riferimento agli esiti elettorali in Umbria.
    In realtà FDI oltre il 10%, dunque il doppio di consensi rispetto a Forza Italia, significa che tale partito, a guida di una donna cui nessuno in buona fede (dunque, non mi riferisco a certi giornalisti di Repubblica, ovviamente !) può negare CORAGGIO, INTRAPRENDENZA E CHIAREZZA DI LINGUAGGIO (avrà pure frequentato l’istituto alberghiero, ma certo con più profitto rispetto a molti liceali e futuri laureati), riesce a comprendere le vere istanze di un popolo, sebbene frantumato e disperso per mille rivoli di confusione e di corruzione, il quale desidera vivere in un PAESE NORMALE.
    Dove lo Stato sia SOVRANO. Dove le leggi siano rispettate, sia all’interno (altro che criminali che pascolano in giro e delinquono, nonostante la condanna di qualche anno o di qualche mese prima…!), sia dall’esterno, senza capitane crucche che violano i nostri confini e ci insultano ! DOVE L’IMMIGRAZIONE VENGA REGOLATA E CONTROLLATA: ciò che succede in qualunque paese civile del mondo.
    DOVE LA BUROCRAZIA NON SIA UN CAPPIO AL COLLO PER CHIUNQUE VOGLIA GESTIRE UN’IMPRESA: dal negozietto alla ditta con centinaia di dipendenti. DOVE LE TASSE non siano un’insopportabile scure sul collo, attentando ai risparmi ed al sacrosanto diritto di proprietà dei cittadini, che fanno conto sull’eredità di famiglia, come succede da sempre.
    DOVE LA SPESA PUBBLICA NON SIA UN MOSTRO a beneficio di una verminaia di PARASSITI E MAFIOSI che se la ridono di coloro cui quei denari andrebbero destinati. Vedi Cassa del Mezzogiorno e casse successive.
    DOVE LA SCUOLA non sia la “squola” parcheggio per semi-analfabeti, gratificati con un inutile pezzo di carta elargito per clientelismo e ruffianeria sociale, mascherata da “egualitarismo” e “lotta alle discriminazioni”. Ma quali ? Rileggete art 34 della Costituzione ! DOVE L’UNICA VIA PER I “CAPACI E MERITEVOLI” sia appunto quella di EMIGRARE ALL’ESTERO…mentre accattoni e sradicati di varia etnia e provenienza vagabondano per le nostre strade. EVVIVA L’ACCOGLIENZA, cosiddetta !
    Le elezioni in Umbria ? Soltanto l’aperitivo di quel che sarà, se il signor Mattarella, prima o poi, ci consentirà di votare…

    • Franco Cordiale il 28 Ottobre 2019 alle 10:38

    RETTIFICO: DOVE L’UNICA VIA PER I “CAPACI E MERITEVOLI” di cui appunto dice l’art 34 della Costituzione, NON SIA QUELLA DI EMIGRARE ! PENSIAMO AL NUMERO ALTISSIMO DI GIOVANI ITALIANI CHE CERCANO UN FUTURO ALTROVE…Aggiungerei anche quello dei pensionati che si trasferiscono in altri paesi per pura e semplice sopravvivenza.

    • gino il 28 Ottobre 2019 alle 10:50

    Gentile Giorgia Meloni, le esprimo le mie felicitazioni per il risultato ottenuto alle elezioni in Umbria. Ora per ottenere maggori consensi si dia l’avvio ad una diversa politica nell’ammnistrazione. Lei é una donna e sa benissimo quali siano le esigenze di una famiglia. In ambito amministrativo bisogna avviare una politica meritocratica, ed eliminare il clientlismo elettorale. Non si cada nell’errore di facilitare l’amico dell’amico. Si deve anche avviare un intervento nelle scuole e depurarla di tutte quelle idologie atte a ditruggere quei valori che ci hanno aiutato a superare tutte le difficoltà che la società ci presenta in ambito lavorativo e sociale. Bisogna educare i giovani ad esssere più responsabilii. Un buon inizio sarebbe quello di organizzare delle colonie estive per inegnare, socializzare e rispettare le regole e le discipline che oggi mancano a partire dal ’68, in fine premiare il volontariato con iniziative a partire dalla suola. Saluandola cordialmente le faccio ancora tanti auguri di buon lavoro.
    Gino

    Mi scuso degli erroti, ma le scrivo di getto quello che penso.

    • Sergio il 28 Ottobre 2019 alle 11:10

    Le mie più sincere congratulazioni per la vittoria umbra ora spero che il governo non voluto dagli elettori capisca che non è più aria. Conte si dimette e subito alle elezioni .Brava Giorgia complimento

    • Giuseppe il 28 Ottobre 2019 alle 11:12

    CONDIVIDO E SOTTOSCRIVO OGNI SUA PAROLA. QUESTA SONORA SCONFITTA È LA LOGICA CONSEGUENZA DELL’ ATTEGGIAMENTO GONGOLANTE DI DI MAIO, E ZINGARETTI CHE, CON IL PARAOCCHI AVEVANO IN MENTE SOLO DI DARE ADDOSSO A SALVINI INSULTANDOLO SENZA FRENI. RISULTATO? PENSANDO SOLO A SALVINI NON HANNO PENSATO ALLA GENTE CHE SI È SENTITA COMPLETAMENTE IGNORATA. M5S HA PAGATO E PAGHERÀ UN PREZZO ALTISSIMO PER IL TRADIMENTO DEI SUOI ELETTORI CHE, TUTTO SPERAVANO, MENO CHE UNA SCELLERATA ALLEANZA CON IL PD. QUESTO È IL PRIMO PASSO PER UNA GRANDE IMPRESA CHE AVRÀ COME OBIETTIVO UNA NAZIONE FONDATA SULL’ ONESTÀ, SULLA LEALTÀ,SUL RISPETTO DELLE LEGGI E SU UNO STATO CHE GUIDA I CITTADINI E NON LI COMBATTE. L’ONOREVOLE MELONI CITAVA A PROPOSITO UNA FRASE DI GANDHI” PRIMA TI IGNORANO POI TI DERIDONO, POI TI COMBATTONO, POI VINCI”. ECCO LA RISPOSTA. COMPLIMENTI AL POPOLO UMBRO E TANTI TANTI AUGURI!!!!

    • Sandro Cecconi il 28 Ottobre 2019 alle 11:51

    Per oggi festeggiamo pure ma da domani avanti tutta per raggiungere il nostro meritato secondo obiettivo. Quello del 14%.

    Ad maiora.

    • Gloria Zorzenone il 28 Ottobre 2019 alle 15:27

    Mattarella non scioglierà le Camere i 5s non si dimetteranno e la Democrazia resterà una mera utopia. Tutti in piazza! Tutta l’Italia in piazza!

    • Riccardo Crocetti il 28 Ottobre 2019 alle 18:31

    I bastardi traditori rossi però non molleranno l’osso!
    E’ come se ci trovassimo già in una situazione di guerra civile strisciante!

      • Gloria Zorzenone il 29 Ottobre 2019 alle 09:43

      Sono triste. “Vedo” questa mostruosa piovra che sta sopra l’Italia e mi rendo conto che la lotta è impari Decreto sicurezza bis: non è stato ancora abolito, anzi, subito dooo le dimissioni di Salvini, gli sbarchi e i porti aoerti. Tutti coloro che hanno violato la legge non sono stati perseguiti. Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza: alcuni sono morti, altri minacciati o aggrediti : si difendono i criminali. Gli ex governi tecnici hanno salvato il flop delle banche francesi coi soldi degli italiani. Il governo attuale tanto contestato e non voluto è ancora li e nonostante la vittoria umbra era prevedibile che non si sarebbe dimesso. Mafia nigeriana: qualcuno fa qualcosa? Diritti degli italiani: non esistono, esistono solo le tasse. Aziende che chiudono o si trasferiscono all’estero. I veri evasori sono a piede libero ( tra l’altro manette per gli evasori mentre gli assassini si proteggono e si vanno a trovare in carcere ) Hanno infiltrato insegnanti nell’ambito scolastico che stanno preparando le”nuove leve” . Sanità allo sfascio: più gente muore ( italiana) meglio è. Il Papa li sostiene e be’ … è complice. Renzi si sta preparando ( dietro precise direttive) a sovvertire anche questo governo per prenderne definitivamente parte. Se ho dimenticato qualcosa chiedo venia. La domanda è : come sconfiggerli? È evidente che il loro obiettivo sia stato portato avanti durante il corso dei decenni e ora si sta realizzando. Diventeremo come il Cile? O il Venezuela? O come i Paesi africani? Mala tempora currunt.

Rispondi