Coronvirus, a Conte quattro proposte, subito commissario straordinario e tutti a casa per due settimane, sostegno alle aziende di UE e BCE (video)

Tra poco incontrerò il premier Conte per discutere dell’emergenza coronavirus. Ecco le principali proposte che formulerò: 1. Nominare subito un commissario straordinario con poteri di ordinanza sul modello di Guido Bertolaso dopo il terremoto di L’Aquila; 2. Tutti a casa per due settimane. Chiusura in tutta Italia di tutte le attività salvo i servizi essenziali che vanno garantiti; 3. Sostegno imponente dello Stato per tutelare aziende, lavoratori autonomi e posti di lavoro con sospensione di tributi, mutui, bollette e pagamenti di ogni genere, cassa integrazione per tutti e ammortizzatori sociali per P.IVA; 4. Servono decine di miliardi. Pretendiamo pieno sostegno da parte della UE e della BCE, non intendiamo perdere tempo a discutere di parametri europei.

 

Condividi

4 commenti

Scrivi un commento

    • Patrizia on 10 Marzo 2020 at 17:34
    • Rispondi

    Che dire? Forza Giorgia, siamo con te, sperando ti diano ascolto!!!! La forza della politica la si vede nei momenti di crisi e noi che siamo riusciti ad avere al Governo un ex del Grande Fratello e un comico,in cosa possiamo sperare? Abbiamo delle eccellenze, anche nella Sanità, ma tutto può essere vanificato da una classe politica che, nel desiderio di non scontentare nessuno, gira come una banderuola. Non si riesce a controllare neppure chi è in carcere, figuriamoci quelli fuori…

    • Pino 007 on 11 Marzo 2020 at 01:42
    • Rispondi

    Quanto mi piacerebbe sapere, se per caso il conte avesse firmato quel mostro di banche salva stati…..!!! Pensate che la Germania o la Francia sovvenzionerebbero le necessita’ dell’Italia ? Giuro che mi faccio frate della setta ” scalzi” se i crucchi tirassero fuori due euro per noi.

    • Andreas on 11 Marzo 2020 at 17:56
    • Rispondi

    Sostegno alle aziende?
    Noi siamo un’azienda seria di Parma e in questo momento difficile sai cosa fanno invece?
    Le ausl fanno i controlli degli impianti elettrici e pretendono tutta la documentazione entro 48 ore, e dobbiamo stare a casa???
    Ma che VERGOGNA, viene voglia di chiudere tutto!

    • Maurizio perifano on 12 Marzo 2020 at 08:59
    • Rispondi

    Si tutto giusto.. ma mi chiedo 2 cose.
    1. Metropolitane aperte con gente a bordo a go.go scusate il termine. Fabbriche che per quanto abbiano prese misure di sicurezza c e sembre incrocio e dialogo tra colleghi e dipendenti senza contare strumenti e oggetti che si toccano e si passano per le mani.
    2 vi faccio ridere : io sono disoccupato per tale avendo un isee 0 mi sono avvalso o meglio o presentato domanda al comune per avere un aiuto sul pagamento della affitto. Sono andato per chiedere graduatoria . Sapete cosa mi hanno risposto. E TUTTO FERMO CAUSA CORONAVIRUS… mi chiedo che senso ha allora stanziare 25 miliardi per aiutare aziende e famiglie per poi bloccare un aiuto per le famiglie disagiate…
    Io sono con la Meloni ma bisogna agire su queste cose altrimenti e la fine

Rispondi