INPS, Meloni: Da Tridico parole vergognose contro aziende

Invece di ringraziare tutti quegli imprenditori che hanno anticipato la cassa integrazione ai propri dipendenti, il presidente dell’Inps usa parole vergognose nei confronti delle tante attività che a causa dell’emergenza non hanno potuto riaprire. Secondo Tridico, una parte di queste aziende non riaprirebbe “per pigrizia”. Ci vuole coraggio a definire pigri i nostri imprenditori quando migliaia di lavoratori e imprese ancora attendono la cassa integrazione e gli aiuti promessi mesi fa. Caro Tridico, meno parole e più fatti: gli italiani non possono aspettare oltre.

Condividi

5 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Giuseppe il 8 Giugno 2020 alle 20:09

    PROVI A FARE LUI L’IMPRENDITORE, FALLIREBBE IN 2 GIORNI!!

    • MARIA GRAZIA bielli il 8 Giugno 2020 alle 23:59

    Cara, ti do una notizia. Mi chiama l’ISTAT, mi da i miei riferimenti anagrafici,poi la sig.na. mi chiede se ho lavorato alle FS e se sono andata in pensione a 42 anni con 27 anni si servizio. Ho capito che era L’INPS A CHIEDERE la mi situazione, Ho la vaga sensazione che vogliano rivedere le pensioni di 30 anni fa.Preciso che tutti quei dipendenti venivano assunti in occasione di elezioni..Forse scambio di voti? Vero,avemmo lo scivolo perché le Ferrovie dovevano essere privatizzate e da stato passavano ad Azienda e dovevano eliminare ben 20mila dipendenti per decisione dei sindacati.Non è che TRIDICO intenda recuperare moneta dai vecchi pensionati, quando furono anche dati un anno dopo, dai 60 agli 80 milioni per convincere il personale ad esonerarsi? Questa cosa mi mette in pensiero..sulla mia futura sopravvivenza!! Che ne pensi?

    • Paolo il 9 Giugno 2020 alle 22:30

    Buona sera signora Meloni, il governo attuale continua nella sua opera di demolizione del Popolo Italiano, cioè segue con scrupolo il “quarto reich” la finta unione europea! Togliere sovranità e democrazia all’Italia, quindi continuare a spargere terrore attraverso i media compiacenti e insistere su un epidemia che è da dimenticare come si è dimenticato epidemie VERE e distruttrici come la Spagnola, l’Asiatica e molte altre. Quello che succede è la distruzione sistematica della reale economia Italiana, per reale intendo l’economia dei piccoli imprenditori e non quella delle grandi imprese che operano in Italia e pagano le tasse all’estero! Esiste un piano di mettere contro povero contro povero, figlio contro padre! Operaio contro non il capitalista che trasferisce fabbriche all’estero ma il piccolo imprenditore che considera il suo dipendente molto importante per la sua azienda e non un numero! Oggi questo governo dice che i giovani non trovano lavoro per colpa dei vecchi ! Bufala gigantesca e cattiva, giustificazione becera che falsamente accusa gli anziani lavoratori hanno vissuto oltre le loro possibilità, enorme falsità, lavoratori che hanno versato contributi, somme ingenti per anni, sparite fagocitate da uno stato NON ETICO, sperperatore di danaro pubblico! Politici che dopo 4,Quattro anni di legislatura , godono di pensioni da 5.000 euro netti, dopo QUATTRO anni senatori a vita già retribuiti e ancora pagatii dalòlo stato per non si sa quali meriti! E questi signori parlano di sacrifici, immensi buffoni che avrebbero dovuto provare a lavorare un paio d’anni alla ILVA o alla ETERNIT, giusto per fare un paio di esempiCara signora Meloni vorrei andare a votare domani ma questi al governo NON VOGLIONO perchè sanno che la sedia dove stanno seduti verrà da loro non più occupata! Questo commento è un libero sfogo , libero ma concreto di chi ama il suo Paese e i suoi Concittadini! Grazie a tutti e auguro una buona vita a tutti!
    Paolo

    • Pino 007 il 10 Giugno 2020 alle 05:05

    Non ha importanza se e’ tridico o altra persona, basta sapere se vengono dal PD per stare immediatamente sul “chi va la”. L’attuale governo, da una parte ti dice che ti dara’ mentre che dall’altra te li sta’gia’ togliendo, quindi sempre occhio.

    • Luigi il 10 Giugno 2020 alle 17:35

    Parole da cervello scollegato o assente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.