Disabili, Meloni: Dopo sentenza Corte Costituzionale su raddoppio pensione invalidità Governo non ha più scuse. Norma sia inserita in decreto rilancio

Finalmente una sentenza della Corte Costituzionale chiede di raddoppiare la pensione di invalidità civile, che oggi è scandalosamente ferma a 260 euro. È una storica battaglia di Fratelli d’Italia, che abbiamo formalizzato molte volte con emendamenti in Parlamento, ma che sono stati sistematicamente bocciati. Abbiamo sempre denunciato l’ingiustizia di una Stato che spende per un richiedente asilo più di quattro volte quanto riconosce a un invalido o che distribuisce miliardi a finti bisognosi con il reddito di cittadinanza ma si dimentica dei più fragili. Ora che anche la Corte Costituzionale chiede il raddoppio della pensione di invalidità il Governo non ha più scuse: Fratelli d’Italia chiede che la norma sia inserita immediatamente nel decreto Rilancio. Le risorse ci sono, basta togliere dal decreto le mance e le regalie che sono state inserite a profusione.

Condividi

5 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Giorgio il 26 Giugno 2020 alle 13:15

    Che venga riconosciuta come tale.grazie giorgia

    • Luigi Maria. Scialfa il 26 Giugno 2020 alle 13:33

    Questa si e una bella notizia. E giustamente il governo deve tenere conto di questa sentenza della corte costuzionale

    • Federico Puglia il 26 Giugno 2020 alle 15:06

    Meno male che esisti Tu e Persone al Tuo interno, come Rachele Mussolini, che avete la sensibilità di comprendere la disperazione di Chi vive con 286€ al mese e, anche se più cartelle cliniche attestano il valore certificato di Invalidità, viene spesso “beffeggiato”, quando cerca un suo Diritto, come il parcheggio per Disabili, perché nell’immaginario di chi non ha mai sofferto, la Disabilità si può avere solo con la carrozzella (certo, ad esempio, quattro interventi al cuore, non sono visibili vestendosi normalmente). Quello che però temo, è il suo possibile annacquamento, come fu Governo Renzi, per il mancato conguaglio di fine anno, per le Pensioni (di quei “ricconi”, che superano i 1.300€ mensili….). Sono però convinto che ora i numeri, soprattutto al Senato sono diversi rispetto quell’epoca e, ho la piena fiducia in Giorgia Meloni!

    • Berfe il 4 Luglio 2020 alle 19:48

    Vittoria in parte!! Mi sembra francamente assurdo che la Corte di cassazione inserisca un limite di 6 mila euro annui . Se la cifra è considerata iniqua lo é per tutti gli invalidi gravi.

    • Giulia il 9 Luglio 2020 alle 20:17

    Giorgia Meloni
    Ok, è una vittoria a metà però, anche questa volta abbiamo costruiti invalidi civili al 100% in serie A e B. La Corte costituzionale nella sentenza ancora da pubblicare in GU ha posto un limite di reddito annuo di 6000 e rotti € annui, per avere diritto all’assegno di invalidità civile 100% il limite di reddito annuo è 16.980 €, quindi moltissimi invalidi al100% saranno esclusi e continueranno a percepire l’assegno mensile di 280€ mensili.
    Come fa a urlare vittoria, certamente è una vittoria, ma in verità una vittoria di Pirro cara Meloni. Una nuova presa in giro alle persone fragili. Diciamoci la verità, lei è uguale a tutti dei palazzacci.
    Se pensa alla vera Vittoria, spacchi le balle a questo Conte nell’inserire nel decreto l’aumento in ugual misura a tutti gli invalidi civili al 100% con il tetto massimo dei redditi di 16.000 e rotti euro. Un invalido al 100% con un reddito annuo fino a 16.980 euro fa fatica ugualmente andare a fine mese se poi vive solo.
    I soldi per le vacanze li avete, quelle per bici e bonus vari li avete da dare. Rimane solo una verità che anche questa volta avete preso per i fondelli, come sempre fra l’altro. Le vittorie si possono urlare quando si ha fatto cose uguali per tutti e non per pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.