Fisco, Meloni: FdI al fianco dei commercialisti

Hanno ragione da vendere su rinvio scadenza fiscale
 
I commercialisti hanno ragione da vendere e Fratelli d’Italia sostiene la loro protesta. Il no del Governo al rinvio della scadenza fiscale del 20 luglio è una batosta per milioni di lavoratori e Partite Iva che stanno affrontando la crisi economica più difficile dal Dopoguerra ad oggi e che semplicemente non hanno la liquidità per far fronte al pagamento delle imposte preteso dal Governo. Anche nei giorni scorsi alla Camera abbiamo chiesto la proroga, ma la maggioranza Pd-M5S ha bocciato la nostra richiesta scegliendo di stritolare gli italiani con tasse e burocrazia. Aiutiamo questi signori a cambiare mestiere: mandiamoli a casa e diamo all’Italia un governo capace di difendere gli interessi degli italiani.
 
Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino 007 il 20 Luglio 2020 alle 07:14

    Perche’ PD e 5 Stelline (d’oro) votano contro? Loro con i lauti stipendi non hanno bisogno, o forse…… vogliono assicurarsi di riceverli ecco perche’ tartassano chi deve pagare le tasse. lo zingaretti potrebbe cominciare con il restituire i 13 milioni di euro volatilizzatisi pro mascherine, sarebbe un buon aiuto, ma disgraziatamente si tratterebbe di manovre extra territoriali, direbbe lui.

    • Giorgio il 20 Luglio 2020 alle 07:40

    Fate in modo di tutelarli questa gente davanti a questi barbari .a loro non gli interessa niente vogliono i soldi e basta!!!!!!! 80 miliardi di euro li hanno calpestati di brutto e vogliono fare la morale al popolo. Che si vergognino!!!!!!!

    • Filippo il 20 Luglio 2020 alle 08:31

    Buongiorno Giorgia, penso che questo governo, privo di idee ed iniziative, abbia giocato il ruolo della speranza in questi sei mesi di distruzione dell’economia italiana e cioè che i primi due mesi ok il virus, poi con la propaganda dei 1500 miliardi, che se non ricordo male da 200 milioni erano arrivati a tale cifra Proclamata la “ potenza di fuoco mai vista prima d’ora”, difatti in Italia stavano aspettando che arrivasse il Giuseppi travestito da babbo natale, quindi propaganda a tutta forza e soprattutto “marchette” a tutta forza. Perché? Perché tutti i grandi farfalloni italiani a Bruxelles , compreso lui, speravano di poter contare su tale cifra, allora ale’ regalie a tutta forza, soprattutto cercando di fare favori ai loro amici come la Cina (vedi i monopattini) è tutto questo avveniva nella parte centrale dei sei mesi. Ora che il tempo delle favole è terminato e la grande Merkel ha messo tutti nel sacco, ci ritroviamo con dei soldi da dividere in 27 paesi che ammontano dai 400 ai 500 mld, senza contare che qualcuno vorrebbe ancora meno, con la storia dei Benetton la Merkel ha avuto la certezza con chi ha a che fare in Italia (pupazzi), i sogni di onnipotenza sono agli sgoccioli e il Giuseppi fa finta di fare la voce grossa con Ruth che non lo calcola neanche di striscio, gli italiani alla fame, le casse Inps vuote e lo sapevano mentre facevano regali a destra e a manca, perché speravano nelle promesse fatte da Bruxelles, ora che hanno compreso la realtà chiedono soldi agli italiani di pagare da oggi con versamenti riferiti ad un fatturato ottenuto l’anno precedente dopo che hanno costretto tutto il mondo produttivo a fallire. Ora vorrei dire, ma da semplice cittadino, se abbiamo già dato 15 mld nelle casse Europee, quanto ci spetterebbe se il monte premi si ridurrà a 400 mld. da dividere in 27? Come bisognerebbe agire contro delle persone che hanno ridotto alla fame questo paese? Che tipo di pena bisognerebbe applicare a chi ha distrutto una intera nazione? Colpevoli per strage potrebbe andare? Giorgia non so se leggerai anche questo mio lamento, ma non si può farli più continuare a distruggere il futuro dei miei e dei tuoi figli, perché con tutti gli errori del passato che ha potuto fare l’Italia, noi non meritiamo tutto questo è dobbiamo fare in modo che tutto questo finisca al più presto perché sono sicuro che la Merkel cercherà di trovare qualsiasi compromesso per mantenere positivo il suo ultimo incarico, e vedrai che magari dirà al Giuseppi che è riuscita a far aumentare il gruzzolo, ma in cambio della Troika e il Giuseppi accetterà vantandosi poi in Italia di aver ottenuto l’impossibile. A quel punto NOI saremo morti.
    Auguro a te e al tuo staff, una buona giornata.

    • Marco Giacinto il 20 Luglio 2020 alle 09:35

    Ricordo quando la Lega di Maroni incitava ad un irrealistico sciopero fiscale, cui infatti nessuno aderì, temendo che il basso numero di aderenti scatenasse su di loro l’ira del fisco, uno per uno. Era uno sciopero di scelta. Oggi le cose sono molto diverse, perché si tratta di uno sciopero di fatto ma non dichiarato: è un’evasione di massa per necessità. I signori al governo vorrebbero fare come i padroni di casa: come se il Coronavirus non ci sia mai stato, limitandosi a rinviare tasse e affitti. Non uno dei tanti DPCM ha affrontato il tema degli affatti, che, coniugati col fisco, ammazzano tante piccole imprese. Adesso entrambi, fisco e rentier, vogliono ricuperare i soldi non presi durante il lockdown (in cui siamo sopravvissuti grazie ai risparmi famigliari, ormai evaporati), sommandoli ai nuovi tributi e affitti. Una pazzia. Sarebbe invece sensato fare un bis del CONDONO TOMBALE di Giulio Tremonti nel 2001, alleviando il groppone delle piccole partite Iva. Circa gli affitti, che almeno si ripartiscano i danni tra affittuari e padroni dei muri: perchè solo questi ultimi dovrebbero passare indenni attraverso la “tempesta perfetta” del Covid 19? Non sarebbe più logico fare almeno un 50-50?

    • Emilio il 20 Luglio 2020 alle 10:46

    Cara Giorgia è da tempo che ti parlo di organizzare una seria disobbedienza civile non solo per le tasse ma anche per una serie di spese che non possiamo più sostenere. Se Voi dell’opposizione avete paura, allora non ci resta che aspettare a testa bassa le prossime elezioni. Anche se dovessimo vincere tutte le Regionali non cambierebbe niente. La responsabilità morale è di chi non vuole sciogliere le Camere. Non ti offendere perchè non posso fare altro che stare dalla mia parte….Ciao Nonno Emilio

  1. Sono peggiori dello sterminatore Stalin,che li faceva uccidere con un colpo di Tokarev alla testa-Fosse di KATIN-E DISSIDENTI CIRCA 40 MILIONI-I nostrani,uccidono lentamente tutti gli onesti;prima chiudono con 2 mesi di ritardo per la pandemia,poi la prolungano e tutti stanno fallendo;ma sti deficienti delinquenti,come possono spremere latte da una capra morta? = La nostra imprenditoria odierna.Loro la fanno fgallire proprio di proposito.

    • Paolo il 23 Luglio 2020 alle 23:47

    Buona sera signora Meloni, devo dire che NON mi fido di questa europa fintamente filantropa e NON mi fido del signor Conte ! Entusiasmo mal riposto , ci promettono denari ma quale condizione? Pagheremo interessi e dovremo promettere e fare riforme che NON mi piacciono! GUAI! Perdere sovranità, questo governo NON sa rilanciare la nostra economia e NON sa essere vicino al Popolo! Alcuni Cittadini sono contenti ma non si rendono conto he la sovranità di uno Stato di un Popolo è diritto fondamentale e sininimo di libertà! Abbiamo esempi storici a cosa ha portato l’eliminazione della sovranità ai Popoli! Popoli emarginati. chiusi in riserve e privati appunto di ogni libertà a casa LORO ! Questo deve far riflettere e capire le intenzioni vere ! Prostituirsi per soldi equivale alla perdita di dignità e onore ! Spero che Lei signora Meloni con la destra intera, combattiate per il Popolo Italiano! Grazie e un caro saluto a tutti.
    Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.