Terremoto, Meloni: Grande vittoria FdI. Ricostruzione inserita tra priorità Recovery Fund

Grande vittoria di Fratelli d’Italia in Commissione Bilancio alla Camera: la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti del 2009 e del 2016 è stata inserita tra le priorità del Recovery Fund che il Governo Conte presenterà all’Europa. Grazie alla determinazione e alla caparbietà dei nostri parlamentari, siamo riusciti a far cambiare idea al Governo e ad inserire nella relazione finale uno specifico capitolo dedicato alla ricostruzione post-sisma come tema prioritario per il rilancio economico e sociale dell’Italia. La ricostruzione è una priorità nazionale e continueremo, insieme ai nostri Presidenti di Regione e ai nostri sindaci, a tenere alta l’attenzione su questo tema e a vigilare costantemente sul rispetto concreto di questo impegno, a partire dai tempi e delle risorse dei progetti che verranno presentati e finanziati. Non vogliamo, infatti, che il Recovery Fund rimanga un bellissimo “libro dei sogni” e sia percepito dagli italiani che hanno vissuto sulla loro pelle il dramma del terremoto come l’ennesima presa in giro. Come Fratelli d’Italia siamo riusciti, inoltre, a rafforzare e a ribadire l’impegno per il sostegno alla natalità per superare la gravissima crisi demografica italiana e un paragrafo specifico sullo status di Roma Capitale, che deve essere dotata dei poteri e delle risorse adeguate al suo ruolo. È l’ennesima prova che le proposte di Fratelli d’Italia sono concrete, di buon senso e nell’interesse degli italiani.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Cara Meloni,fai ciò che serve all’Italia.Fatti e non perdite di tempo alla Conte Giuseppi. Ad onor del vero però,sai che voto per te;ma Berlusconi in pochi mesi rimise tutti nei palazzi antisismici.Questi invece mattono i clandestini su navi da crociera o alberghi a 4 stelle,e lasciano noi nella fame.Ti prego,quando la dittatura odierna sarà finita,di far processare per alto tradimenti al popolo italiano i malndrini di oggi al governo. Grazie e ci conto

    • Giovanni il 13 Ottobre 2020 alle 17:48

    Una buona notizia e un buon risultato. Avanti così

    • Michele Spera il 13 Ottobre 2020 alle 20:27

    Cara Meloni, sono un tuo stimato simpatizzante da sempre. Sono anche un terremotato dell’irpinia e sono ancora in attesa di ricevere il buono contributo per la ricostruzione. Dopo 40anni cosa devo aspettare ancora. Sono amareggiato. Oggi si enfatizzano solo i terremoti del 2009 e 2016. I cittadini degli altri terremoti sono o non sono italiani e con quali garanzie. Nei mesi scorsi ti ho inoltrato una lettera aperta proprio inerente il terremoto del 1980 e ad oggi non ho ricevuto alcuna risposta. Ti saluto cordialmente. Michele

    • Pino 007 il 13 Ottobre 2020 alle 23:25

    Ben fatto per il terremoto, ma per cortesia non diamo tregua all’attuale governo, stiamogli con il fiato sul collo, o se ne vanno o li dobbiamo mandar via anche con la forza…… che forse e’ la unica cosa che conoscono.

    • Giorgio il 14 Ottobre 2020 alle 09:12

    Complimenti per questa operazione,adesso giorgia fate in modo di fermare queste teste calde impazzite che questo creerà un terrorismo politico avendo visto fuori dall’italia dei problemi nel popolo.ci sono dei paragrafi nella costituzione. Cosa dice mattarella di questo teatrino di esaltati che gioca molto pesante nella salute del popolo???

    • Mari il 14 Ottobre 2020 alle 10:38

    Molto bene…. Ma rimane la domanda : che fine hanno fatto tutti i soldi raccolti all’ epoca, attraverso donazioni private, banche, associazioni ecc? Se esiste una falla nel sistema, e mi auguro di no, non sarebbe meglio capire perché a distanza di anni la situazione non è stata ancora risolta, prima di buttarci dentro altri soldi? Il prestito europeo andrà restituito e mi rifiuto di pensare di indebitarci ulteriormente senza uno scopo ed un risultato certo.

    • MARIA GRAZIA bielli il 14 Ottobre 2020 alle 16:09

    Felicissima di quanto stai facendo, ma prima di aspettare quel Recovery Fund, che non arriverà (se arriverà) prima della metà anno prossimo, dovremmo pensare a quei terremotati che hanno avuto TANTA, forse TROPPA pazienza..,di sistemarli almeno in CASE vere, in strutture dove non patiscano freddo, visto che l’inverno è alle porte!! Ricordati che stanno cercando di segregarci di nuovo…il virus per Conte è il cacio sui maccheroni: il cacio è il virus, i maccheroni siamo noi e le nostre libertà fasulle!

Rispondi