Manovra, Meloni: Irresponsabile comportamento triplice sindacale. Sono certa che maggioranza dipendenti PA respingerà questa provocazione

Il comportamento della triplice sindacale Cgil-Cisl-Uil è irresponsabile e arriva nel momento in cui intere filiere produttive, artigiani, commercianti e dipendenti del settore privato vivono una fase drammatica. Annunciare un incredibile sciopero generale del pubblico impiego per il prossimo 9 dicembre vuol dire soffiare sul fuoco dello scontro sociale tra chi malgrado tutto continua ad avere un reddito garantito e chi non ha più certezze e guarda al presente e al futuro con disperazione e angoscia. E’ inaccettabile. Sono certa che la maggioranza dei dipendenti del pubblico impiego, rendendosi conto della situazione, respingerà al mittente questa provocazione ideologica dimostrando alla Nazione il suo spirito di coesione sociale.

Condividi

11 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino 007 il 18 Novembre 2020 alle 04:52

    I sindacati non hanno mai avuto la dignita’ della coerenza.
    Per loro e’ solo vedere se gliene va qualche cosa nelle loro tasche per il resto chi se ne frega. La cgil per prima non mai assistito un lavoratore ma ha preteso che fossero iscritti. Un gruppo di nulla facenti che quotidianamente penzola nelle loro sedi in attesa di uscire con tamburi, fischietti e bidoni facendo piu’ chiasso possibile al canto di offensive volgarita’.
    Scioperare fa parte dello statuto del lavoro, ma scioperare quando c’e’ bisogno di lavorare a qualsiasi condizione come in questo momento, e’ da suicidio.
    Come le puzzolenti sardine, basta fare chiasso.

    • Pietro martire il 18 Novembre 2020 alle 05:53

    Credo che in un momento dove l’apparato pubblico oggi è un privilegio rispetto alla situazione di milioni di famiglie senza reddito,con p.iVa in difficoltà ,senza casa integrazione scioperare per l’adeguamento dei contratti la trovo a dir poco vergognoso.La domanda che mi pongo è questa ? Uno stato serio per uguaglianza toglierebbe il 20%dello stipendio del pubblico impiego così come i privati per la cassa integrazione.FORZA GIORGIA MELONI.

    • Giorgio il 18 Novembre 2020 alle 08:48

    Signora giorgia questa cosa non può andare avanti così, Mattarella ieri dice che dovete avere una coesione e dovete parlare davanti a una situazione drammatica.mattarella pensa che il popolo sia così stupido?? Sarebbe bene per firmare docum tutto ok non si rende conto che sta’ al gioco ideologico di quest disonesti, è all’occhio di tutti popolo giornalisti conduttori e medici di associazioni cosa possiamo dire????

    • Filippo il 18 Novembre 2020 alle 09:10

    Questi signori , la rovina dell’Italia, erano scomparsi . Il Conte è stato capace di riesumarli e a dare anche quell’ importanza che gli permette nuovamente di continuare con la stessa filosofia di cinquant’anni fa. Il ricatto. A proposito penso che lo stipendio di questi personaggi dovrebbe essere dimezzato.

    • Augusto il 18 Novembre 2020 alle 10:18

    Brava Meloni per le considerazioni espresse. I sindacati sono degli irresponsabili e irresponsabile è chi da loro voce. Io da ex funzionario del ministero del Tesoro mi vergogno di essere rappresentato da sindacalisti ottusi sulla grave crisi economica che affligge coloro che non appartengono al pubblico impiego.

  1. Concordo al 100%. I sindacati sono la rovina della classe operaia,loro e la sinistra.Ma perché non scendono in piazza per reclamare una legge meravigliosa fatta da Mussolini;la legge della PARTECIPAZIONE AGLI UTILI DELLA CLASSE OPERAIA AL 50% DEGLI UTILI DI TUTTE LE AZIENDE,PUBBLICHE O PRIVATE?????…I parassiti sindacalisti,dovrebbero lavorare anche loro.Comodo,a Napoli diciamo:Il comandare è meglio del fottere. Ciao

    • MARIA GRAZIA bielli il 19 Novembre 2020 alle 11:11

    Ma guarda un po’, i sindacati hanno taciuto fino ad ora. Conte li richiama al tavolo e loro? Approfittano per indire uno sciopero assurdo, divisivo tra cittadini fortunati e quelli disoccupati o in fallimento. Nel momento di crisi, la cosa più sbagliata è dichiarare uno sciopero. Ma guarda un po’ Conte invita i sindacati e Mattarella invita Conte a consultare le opposizioni…e lui non lo fa..M com’è democratico Conte!!

    • Franco Cordiale il 20 Novembre 2020 alle 16:07

    GLI STATALI SONO USATI DA SEMPRE COME BASTIONE ELETTORALE DELLA SINISTRA. ESSA E’ TANTO VIGLIACCA ED IMMORALE CHE LI VUOLE SCHIFOSAMENTE CONTRAPPORRE A QUANTI LO STATO NON GARANTISCE AFFATTO, o lo fa specialmente a parole, in un momento drammatico come questo ! E POI SAREBBE LA DESTRA A ” DIVIDERE IL PAESE ” ? RIFERITE PURE AL QUIRINALIZIO MATTARELLA, SE VOLETE.

    • Franco Cordiale il 21 Novembre 2020 alle 11:51

    I SINDACATI DELLA TRIPLICE SONO SOLTANTO LO SCUDO DEL GOVERNO GIALLO ROSSO. Indire uno sciopero (parola di statale, quale sono anch’io), quando imprese piccole e medie e perfino grandi, con annessi dipendenti, sono veramente alla canna del gas, significa creare odio e divisione tra gli italiani. Ricordiamolo ai difensori di ogni parassitismo “ope legis”. Perfino quando nella scuola potevano certuni andare in pensione statale dopo 15 anni e rotti mesi, riscattando con pochi soldi gli anni di universita’. Non c’e’ neanche bisogno di citare i super burocrati, come vedete.

    • Paolo il 22 Novembre 2020 alle 00:11

    Chiaramente il mio riferimento ad un sindacato che era dalla parte dei lavoratori, si riferisce agli anni passati , in particolare anni 50′ . Poi gradualmente e inerosabilmente c’è stato il crollo e la cessione dei diritti conquistati, con la scusa di un crollo economico. Si può definire dal rapimento dell’onorevole Moro , la graduale deindustrializzazione dell’Italia. Gli imprenditori hanno gradualmente cessato di incrementare gli investimenti nella propria azienda preferendo la finanza. Quindi sono stati dirottati gli investimenti dalle aziende alla “borsa”. I fiori all’occhiello Italiani sono stati venduti o meglio svenduti e ci sono esempi eclattanti, vedasi uno per tutti la Ferrari! Il marchio storico FIAT che è diventato FCA . Molti dicono che sia stato un bene ma personalmente che si demolisca il made in Italy, non mi rende felice! I sindacati avrebbero dovuto essere incisivi e combattere i governi , quelli prima e quello di adesso! Il sindacato NON deve avere dipendenza da nessun partito ma sembra un utopia e le conseguenze le stiamo subendo pesantemente.E qui entra in scena l’euro e l’unione europea che con la scusa di unire e facilitare l’economia , abbiamo capito che si è trattato e si tratta di un sistema atto a distruggere le sovranità economiche e le libere scelte dei Popoli! Qui la signora Meloni e il signor Salvini con le loro critiche colgono nel segno! C’è una volontà distruttiva delle economie europee . Lo so, sono giudicato complottista ma la realtà è che sono purtroppo realista e i fatti mi danno ampia ragione! Questo governo sta lavorando contro i lavoratori e con la scusa del covid distruggono il Popolo lavorante, si badi bene che non nego l’esistenza del virus ma dissento dalle misure prese e dico che contagiato non è malato! e i posteri se pur in ritardo daranno un analisi sincera di come è nata la malattia del covid che per conto mio sono anni che circola ma i sintomi erano confusi con una normale, seppur cattiva, influenza! Un caro saluto a tutti!
    Paolo

    • Alessandro il 25 Novembre 2020 alle 23:27

    Io sono un dipendente pubblico e in questo periodo di crisi è ovvio che mi sento un privilegiato, questo per la relativa sicurezza del mio posto di lavoro, non parteciperò a questo scellerato sciopero, questo è sicuro.

Rispondi