Covid, Meloni: Speranza consenta a regioni in zona arancione di riaprire le scuole sin da lunedì, basta con provvedimenti insensati

Nell’ultima ordinanza Speranza ha deciso che le regioni cambiano fascia dopo 15 giorni anziché dopo 14 come era stato fino ad ora, quindi le regioni che passano dalla zona rossa a quella arancione dovranno rimanere un giorno in più in zona rossa. Soltanto ieri Zingaretti annunciava festante il ritorno del Lazio in zona arancione e il conseguente ritorno in classe già da lunedì 29, salvo poi scoprire che in realtà gli asili e le scuole potranno riaprire solo martedì 30, perché Speranza ha deciso di regalare ai bambini, ai ragazzi e ai loro genitori un giorno a casa in più nella settimana di Pasqua. Credo che a tutto ci sia un limite, non si può continuare ad esasperare gratuitamente le persone con provvedimenti così idioti. Qualche giorno fa la Merkel ha chiesto scusa per aver annunciato un lockdown durissimo che i tedeschi non erano disposti ad accettare, anche Speranza faccia un bagno d’umiltà, chieda scusa per questo suo ennesimo provvedimento insensato e consenta alle regioni che tornano in zona arancione di riaprire le scuole sin da lunedì.

Condividi

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • ArnoldBS il 27 Marzo 2021 alle 08:27

    Senza analisi sistematica e fondamentale del “Problema Virus” nessuno e mai, ancorpiú senza vaccini, si raggiungerà a soluzione del caso sanitario.
    Propongo soluzione strategica, logicamente ottimabile, disponibile a richiesta (Allegato “#.pdf” non previsto)

    • Giorgio il 27 Marzo 2021 alle 14:17

    Giorgia che io dia una considerazione per niente positiva a speranza, adesso draghi non metto in dubbio delle sue potenzialità ma vedremo cosa farà. Adesso il prof. Palu altro luminare della medicina microbiologia, dal punto di vista da parte mia avrà una soluzione entro termine.ma stiamo agli eventi sicuramente più positivi a differenza i disonesti del governicchio prec.

    • CALOGIURI FRANCESCO il 27 Marzo 2021 alle 17:43

    Parere di medico….è una emergenza sanitaria e si affronta con misure mediche: per le malattie infettive la prima misura è l’isolamento…quindi, obtorto collo, accettiamo queste chiusure e, con l’apporto dei vaccini, vediamo di uscirne quanto prima. Non ci sono alternative: abbiamo già sperimentato che aprire in anticipo rimette in giro il virus che parte da piccoli focolai che sembrano inoffensivi…Guardate la Sardegna: in zona bianca in quanto aveva pochissimi casi, ma ci è voluto davvero poco per ritrovarsi in arancione dopo le riaperture e gli arrivi incontrollati sull’isola.

    • Giovanni il 27 Marzo 2021 alle 21:27

    Il Drago nuovo DUX della Repubblica delle Banane ha rispolverato un vecchio detto Mussoliniano ..CREDERE..OBBEDIRE..PRENDERLO NEL C..O.
    Il popolo bue crede tace e obbedisce un classico italiano di ogni tempo.In altri paesi ci sarebbe stata la rivoluzione nelle strade.
    Continua la sceneggiata dei colori targata CTS e Speranza al seguito .Visto che ad ogni chiusura il debito aumenta alla fine a colpi di scostamenti di bilancio dovranno esser trovati centinaia di miliardi ed il risultato saranno nuove tasse e prelievi dai conti e dalle pensioni.Nel frattempo i cinesi si stanno comprando cio’ che resta dell’Italia.
    Nessuno parla dei nuovi sbarchi di clandestini per i quali sono stati stanziati altri 700 milionazzi e probabilmente avranno anche il reddito di cittadinanza.
    Salvini ormai mi è sceso dai co…..ni ,bravo a sentenziare ma ad agire zero pur di stare in questo governo di fantocci.Se fosse coerente piglierebbe gli stracci e uscirebbe.Il Berlusca ormai fa da portaborse a Draghi.Insomma di male in peggio.Visto che il Dragon si è proclamato Dux ,qualcuno lo ha fatto anche Santo e tiene il relativo altarino in casa ,ci vorrebbe una seconda marcia su Roma ,chiaramente a norma covid.In tal caso discorso in Piazza Venezia e diretta TV su tutti i canali osannato dalla plebe italica che alla domanda VOLETE IL VACCINO O LA CHIUSURA risponderebbe IL VACCINO.
    Il DUX esterefatto risponderebbe PRENDETELO NEL C..O.

Rispondi