Covid, Meloni: No a “green pass” Nazionale per partecipare alla vita sociale, libertà è sacra e inviolabile e non può essere derogata

All’interno dei confini nazionali, gli italiani devono rimanere liberi di frequentarsi nei posti di lavoro, nelle piazze o nei locali, rispettando le regole anticontagio se necessario, ma senza dover esibire alcun documento aggiuntivo oltre alla carta di identità. Allo Stato spetta solo il compito di stabilire protocolli sensati di sicurezza, protocolli che devono essere validi e uguali per tutti, senza alcuna discriminazione. Se qualcuno pensa di introdurre indisturbato un “green pass” nazionale come requisito per partecipare alla vita sociale senza che nessuno dica nulla, si sbaglia di grosso. Per noi la libertà è sacra e inviolabile, un principio che non può più essere derogato.

Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Se noi italiani, la finissimo di fare gli idioti e cominciare a capire che ci vogliono classificare per poterci controllare come succede in Cina, ove non esiste più un casolare in campagna. I contadini debbono essere controllati e vanno con i camion dalla città e debbono tornare per dormire in citta. Un’altro esempio di schiavitù e di sottomissione dittatoriale è questa “legge” Zen…Zan co come cavolo si denomina; lo volete capire che si sarà processati per reato di opinione, addirittura di pensiero?. Guardate che il comunismo dittatoriale è terribile. Diventeremmo ben 60. milioni di sottomessi alla dittatura di pchi milioni mdi ,loro. Addio libertà, anche di solo pensiero.. Immaginate che non potrete mai dire a nessuno,esempio: A me non piacciono le lesbiche. Verreste processati. badate che dovete pensarci bene, la poca libertà ancora che abbiamo e non è ancora schedata sta per finire>;tra Jus soli, reddito ai clandestini ,i clandestini saranno il nostro futuro (la Boldrini lo dice)saremo controllarti anche nel fare la pipì. Capite? Che sta succedendo al mondo tra “democratici e poteri forti occulti, stiamo andando nella mer..a totale. Pensate ai vostri figli, non a voi.Siate ITALIANI E NON SCHIAVI FESSI E CONTENTI!

    • Paola il 28 Maggio 2021 alle 00:16

    Sono d’ accordo al 100% con il commento precedente. Italiani svegliatevi! Green pass nazionale sarà un altro colpo di accetta alla ormai esigua libertà.. E i barconi stracarichi di clandestini continuano ad arrivare e ad alimentare le mafie!!! Svegliatevi italiani, altrimenti i vostri figli e nipoti saranno una minoranza etnica comandata dai burattini filo-cinesi!!! SVEGLIATEVI!!

    • Giorgio Soffritti il 28 Maggio 2021 alle 00:26

    Ciao Giorgia, bentornata. Ho avuto il terrore che anche Tu fossi come quei delinquenti pro-pass.
    Grazie di essere sempre Tu.
    Ho 66 anni, non mi voglio vaccinare.Non voglio far parte di un esperimento.
    Sono disposto, per questo a non vivere piu.
    Ma adesso so che sei dalla mia parte.
    Brava! Grazie a Te e ai miei Fratelli d’italia!
    Avanti così.
    Giorgio

    • Marta Buscioni il 28 Maggio 2021 alle 07:31

    Lo scopo del Green Pass è solo quello di costringere la gente, giustamente dubbiosa, ad accettare l’inoculazione di un siero sperimentale che, tra l’altro, NON IMPEDISCE DI AMMALARSI E DI CONTAGIARE. Per cui è del tutto irrazionale, e anticostituzionale, anche la vergognosa imposizione al personale sanitario sotto il ricatto del licenziamento.
    Noi dobbiamo resistere, e menomale che Fratelli d’Italia tutela la nostra libertà e autodeterminazione riguardo alla salute!
    Consiglio vivamente di smetterla di guardare i telegiornali mainstream e di cominciare a informarsi sul canale 262 (Byoblu), la televisione dei cittadini!

  2. Come al solito …parole …. parole ed ancora parole, mentre i fatti vengono a realizzarsi! Ieri, alla veneranda età di circa 81 anni, ho ricecvuto a casa, per motivi sanitari, la seconda dose di vaccino e contestualmente il certificato che potrebbe essere identificato come alla circolazione entro e fuori i confini nazionali! Ebbene, ancora per poco fa bella figura nel mio WC e se riuscirò a potermi muovere con l’auto fuori dai miei confini cittadini, dopo l’esito della fisioterapia in atto, lo farò come meglio crederò di fare! Rammento che tale restrizione di movimenti è stata introdotta nel nostro bel Paese con la legge 157/92, legge sulla caccia, che ha limitato l’esercizio venatorio in piccolissime aree quasi cittadine, naturalmente sempre a suon di denaro contante ed a totale danno della flora e fauna! Oggi per spostarsi da una provincia a quella accanto, occorre versare soldini, ottenere il e se tutto va bene nessuna multa per intoppi fantasiosi che possono essere rilevati dagli attenti Sorveglianti provinciali, regionali e credo anche zonali! Di cosa ci si lamentqa oggi, visto che ?

  3. … OPS … IL CONTROLLORE NON HA INTESO L’ANTIFONA! DOVREBBE STUDIARE UN POCHINO DI MUSICA!

    • Gino Cerutti il 28 Maggio 2021 alle 11:11

    LE ANALISI CHE HO LETTO LE CONDIVIDO. Ma la soluzione risiede solo in un movimento NAZIONAL POPOLARE il quale cominci ad agire ! Cominciando con manifesti, volantini, flash mob e semplici scritte sui muri e sui cavalcavia. Concentrando post da spedire agli indecisi e creando nuclei pronti a RESISTERE AL REGIME vessatorio quanto imbecille che i Letta e le Lamorgese ci stanno imponendo.

    • Giorgio il 28 Maggio 2021 alle 13:06

    Condivido il discorso giorgia questa sinistra non sono arrivati dove volevano , l’italia è uno stato con democrazia il popolo è sovrano .all’livello sanitario dobbiamo stare a delle condizioni di buonsenso no come la sinistra tenerci in casa fin quando????????

Rispondi

Twitter

fratelli-italia.it

Google+

Instagram

Sorry:
- Could not find an access token for giorgiameloni.

Ultimi articoli