fbpx

Mag 09

Lettera di Giorgia Meloni a «Il Giornale»: «L`assurdo tabù sull`incarico di governo al centrodestra»

 

Caro direttore, ai miei occhi, e immagino anche a quelli dei tuoi lettori in questi giorni, risulta inspiegabile soprattutto una cosa. La nominerò senza giri di parole: il bizzarro tabù di affidare un incarico di governo a chi ha vinto le elezioni del 4 marzo scorso. Ovvero, la coalizione di centrodestra.

Una posizione tanto più insostenibile se pensiamo che in queste ore girano le ipotesi più cervellotiche di maggioranze, come quella che dovrebbe raccogliersi attorno a un esecutivo supposto «neutrale», che allo stadio attuale conterebbe solamente sui voti del Pd (166 parlamentari, 180 se aggiungiamo i cespugli che si sono presentati alle elezioni sotto l’ombrello renziano). Bene, il tentativo del centrodestra muoverebbe dai 402 parlamentari che mettono insieme Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Perché, mi chiedo, si sono percorse tutte le vie, comprese quelle dei due mandati esplorativi a Fico e Casellati destinati in partenza ad arenarsi, fino al governo neutrale inficiato a priori dai numeri, e non si vuole nemmeno provare a imboccare la strada maestra e più corrispondente alla volontà popolare? Il centrodestra ha preso il 37% dei voti e dispone del 42% dei seggi. Con altre leggi elettorali che sono state a lungo in vigore in Italia, avremmo ampiamente goduto di una maggioranza in autonomia (concedimi al proposito di ricordare un dettaglio non irrilevante: Fratelli d’Italia non ha votato il Rosatellum, prevedendo il rischio dell’attuale stallo). Quindi, un mandato a una figura di spicco del centrodestra che provi a trovare i punti di programma su cui costruire, in modo dichiarato e trasparente, senza imbastire nessun accordo contro natura, delle convergenze nell’interesse degli italiani. Perché poi, mentre qualcuno (in realtà ormai solo gli addetti ai lavori) si appassiona ai riti di Palazzo, ai veti e ai controveti, le emergenze restano intatte e anzi si aggravano: il carico fiscale sull’impresa più alto d’Europa, l’apertura indiscriminata delle frontiere ai flussi migratori, il costante calo della natalità che ci mette a rischio come nazione. Addirittura, si aggiunge in questi giorni lo spettro dell’aumento dell’Iva, evocato senza timore del ridicolo proprio da coloro che lo hanno reso possibile grazie a clausole di salvaguardia fatte apposta per azzoppare chi sarebbe venuto dopo. La tassa postuma del Pd è davvero troppo, per gli italiani che ogni mattina si recano al lavoro. Ebbene, nonostante l’evidente momento di emergenza, che richiede l’opposto del governo di tregua, un governo di battaglia pronto a fare gli interessi dei cittadini, non si vuole concedere una possibilità a coloro che hanno vinto le elezioni. Non essendo giustificata dai numeri, mi viene il sospetto che questa rigidità sia motivata da un’allergia ideologica nei confronti del centrodestra. Il presidente Mattarella senz’altro conoscerà meglio di noi un aforisma di scuola democristiana, secondo cui a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca.

Ecco, caro direttore, speriamo davvero di sbagliarci, perché altrimenti significherebbe che i milioni di elettori che hanno scelto il centrodestra negli ultimi vent’anni sono giudicati elettori di serie B.

 

Condividi

17 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. è un Pd e fà gli interessi del suo partito, ma aluglio si ripeterà ugualmente la stessa cosa, vedrai giorgia che con il premio di maggioranza saremo i primi…….
    salutami la pupetta tua che ci porterà fortuna e spero che gli italiani voteranno bene

  2. verissimo…per me però una spiegazione c’è; senza un governoe con questi tentativi fasulli, chi governa ancora…? Gentiloni ed il PD, altrimenti defunjto…..
    Qual’ è l’ origine politica del sig. Mattarella?….2 + 2 dà sempre 4

  3. Cara Giorgia ti voglio bene però ti pregherei di parlare chiaro e dire sinceramente come stanno le cose. Hai perfettamente ragione che noi elettori di centro-destra siamo considerati di serie B, imbecilli, ignoranti, poco scolarizzati e naturalmente fascisti, nazisti, razzisti e via di seguito, ma il motivo fondamentale è che l’Europa non vuole né te né Salvini. L’Europa accetterebbe volentieri Berlusconi, ma non voi, accetterebbe volentieri un qualsiasi governo PD/Forza Italia e accetterebbe anche un governo 5 stelle/Lega con la Lega in minoranza e Di Maio chiaramente affetto dalla Sindrome di Tsipras molto più pericolosa di Renzi. Buona giornata.

  4. In tutto questo assurdo proliferare di assurdità ed ipocrisia irresponsabile e, per certi versi, unidirezionale; emerge una enorme diseguaglianza di potere sociale e di Amministrazione della politica che deraglia inevitabilmente verso una soppressione della volontà del popolo e la continua ed arrogante inosservanza di quanto espresso dal 37% dei voti degli italiani. Ancora più grave appare a mio avviso, la negazione del ruolo di garanzia e di imparzialità che deve essere ricoperto dal Presidente Mattarella.

  5. GIà te lo dissi una volta: cara Giorgia, forse non hai capito chi è Mattarella, degno prosecutore di Napolitano,… informarsi grazie.

  6. In questa decisione di Mattarella appare a mio avviso, chiaro ed evidente l’intento di non voler prendere atto del voto espresso dal 37% dei cittadini italiani che hanno chiaramente indicato come suo rappresentante politico il Centro Destra (prescindendo da come lo si veda o giudichi); facendo invece deragliare tutta la macchina politico-governativa verso una assurda e, per certi versi ipocrita scelta di parte che nega ciò che appare lampante e democraticamente inequivocabile, cercando di far passare la decisione come strategica ed imparziale. Dove è in tutto questo, la garanzia del rispetto di una giusta ed equa applicazione delle volontà dei cittadini che dovrebbe garantire il Presidente della Repubblica? O dovrei forse chiamarli, sudditi?

    • Crocetti Riccardo on 9 Mag 2018 at 13:10
    • Rispondi

    Lo ripeto : ci sono forze che remano contro l’Italia, nell’ombra, e l’indegno spettacolo a cui stiamo assistendo ne è la conferma.

    • mario ronca on 9 Mag 2018 at 13:24
    • Rispondi

    sono d’accordo con emax mattarella è d’accordo con napolitano, altrimenti che cosa lo avrebbe convocato a fare? questo è l’ennesimo colpo di stato della sinistra e dei suoi degni accoliti

    • Franco Cordiale on 9 Mag 2018 at 15:41
    • Rispondi

    I tabù politici sono la unica forza della sinistra…Sfruttano l’ignoranza e la pigrizia mentale. Sono asserzioni apodittiche, senza contraddittorio. “Destra é male”…come a dire…i tedeschi sono tutti biondi o i frati cappuccini portano tutti la barba. PS Nel mio Liceo (prov MB) ho trovato un pacco di volantini di propaganda del PD. Mi raccomando: continuate a permettere alla sinistra di fare della “squola” il suo FEUDO !

    • Battaglia franco on 9 Mag 2018 at 16:25
    • Rispondi

    Abbiamo vinto le elezioni e dobbiamo governare

  7. Ancora nessuno ha spiegato perché mai Forza Italia dovrebbe essere esclusa dal contribuire al governo, calpestando il voto di oltre 4,5 milioni di cittadini italiani.
    L’assurda pretesa di m5s in tal senso è speciosa e intesa unicamente a consentire il colpo di Stato in atto.

    • Giacomo on 9 Mag 2018 at 17:33
    • Rispondi

    Cara Giorgia, in questi due mesi post elezioni, gli unici ad essere coerenti sono i tre partiti della coalizione di centro destra. Di Maio ha fotocopiato i modi di fare della prima Repubblica, ha tentato la lega invogliandola a tradire gli elettori della coalizione. Il suo comportamento da vigliacco non è stato apprezzato neanche da una parte dei suoi elettori, vedesi le elezioni in Friuli e Molise. Viva l’Italia.

    • Franco Cordiale on 9 Mag 2018 at 18:48
    • Rispondi

    M5 stelle é partito QUALUNQUISTA ed OPPORTUNISTA. La sua finalità é ovvia: impedire, con il gioco delle DIVISIONI, un’alternativa ai governi di centro sinistra e mantenerci succubi, di fatto, di questa Unione Europea, antinazionale ed anti italiana. Punto.

    • Francesco dursi on 10 Mag 2018 at 10:24
    • Rispondi

    Ho votato centrodestra e oggi mi sento umiliato dal fatto che pur avendo ottenuto quasi il 38% dei consensi non siamo riusciti ad ottenere l’incarico di formare un governo.
    Non ho visto da parte vs nessuna protesta e siete stati appesi alle decisioni del presidente che certamente non si è distinto per la sua neutralità. Io non ho votato centrodestra per vedere al governo salvino e di Maio ma purtroppo è quello che sta accadendo. Il nostro voto non conta ? Ok, vuol dire che non andrò più a votare, tanto non serve. Anzi perché non aboliamo le votazioni? Il governo se lo possono fare i politici e il presidente senza passare dal voto popolare. Fantascienza? No, è quello che sta accadendo. Qualcuno poco tempo fa non ha detto che saremmo scesi in piazza se il presidente non avrebbe rispettato il voto popolare ?
    Non abbiamo avuto le palle per far riconoscere i nostri diritti!
    Francesco dursi

    • Domenico L on 10 Mag 2018 at 11:24
    • Rispondi

    “Ogni popolo ha il governo che si merita” e, aggiungo, noi abbiamo sempre avuto presidenti che non ci meritavamo. Queste due constatazioni hanno fatto si che da “popolo” stiamo diventando sempre più “gregge”… la prossima “tosatura” è vicina. Tranquilli.

    • Pino 007 on 14 Mag 2018 at 07:27
    • Rispondi

    Commentare tutti i pensieri qui elencati uno per uno sarebbe lungo e laborioso, ma in sostanza hanno tutti dato nel segno , quindi cosa fare ? Personalmente e’ da tempo che suggerisco che , anche se doloroso, l’Italia dovrebbe uscire dalla EU e dallo stesso euro. Inutile spiegarne nuovamente i motivi, basta pensare che siamo i zimbelli dell’Europa e dei loro mandanti che considerano l’Italia di serie C2. Quando potremo nuovamente essere i primi nel mondo con la nostra industria manifatturiera altamente ricercata se rimaniamo sotto il giogo dei padroni dell’Europa , ( o almeno si sentono tali ), succubi della enorme masnada di coatti comunisti che hanno ridotto questo Paese il tappetino dei big. Non e’ necessario essere fascista per capire che cosi’ non puo’ andare avanti. Ma per loro, che se ne riempiono la bocca, vogliono solo la distruzione del Paese. Ma quando succedera’, vorrei tanto vederli mordersi i gomiti e sbattersi un mea culpa, ma sara’ tardi, molto tardi. Napolitano, Mattarella, Gentiloni, Renzi e tutti gli altri……. chi ce li a messi ??

  8. Poche parole a buon intenditore!!! Mattarella=Napolitano

Rispondi