Dic 14

Estradizione sia confermata presto, patrie galere aspettano a braccia aperte terrorista rosso

Con Bolsonaro in Brasile si apre finalmente una falla nella rete dell’internazionale radical chic che per decenni ha protetto il terrorista rosso Cesare Battisti. Speriamo che la sua estradizione sia confermata presto, qui le patrie galere lo aspettano a braccia aperte.
Condividi

7 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Franco Cordiale on 14 Dicembre 2018 at 17:25
    • Rispondi

    Il suino terrorista (non si offendano i maiali, certo assai meno sudici di lui) avrà modo di prolungare qui da noi la sua vacanza a spese della collettività. Più fortunato certo dei vecchi compari terroristi tedeschi della banda Bahder-Meinhoff dei quali tuttavia, da sporca carogna quale é, meriterebbe identica sorte.

    • RUGGERO GIGLIOTTI on 14 Dicembre 2018 at 17:51
    • Rispondi

    estradizione subito,quando avverrà sarà sempre troppo tardi.Perita altro,non mantenuto alle spese del Popolo.

  1. cesare battisti, quello delle brigate Rosse, ha il nome uguale ad un altro Cesare Battisti del risorgimento italiano se non erro nella storia, invece questo è l’esatto contrario, una vera contraddizione della Storia D’Italia

    • Pino 007 on 15 Dicembre 2018 at 02:41
    • Rispondi

    Speriamo che questa volta lo acchiappino e ce lo spediscano. Non ne sono felice, perche’ ci costera’ tenerlo in carcere finche’ satana se lo porti con se’ ma almeno potremmo sputare sulla sua faccia di comunista rivoluzionario. Cosa ne pensano i suoi compari dell’anpi ?

  2. io sono contrario per non riempire le carceri di quei delinquenti che possono far marcire le altre mele……..la presenza di un insegnante di reati è un buon incentivo per creare altri tipi di reati, io credo che noi dobbiamo richiamare in Italia le persone creative non i delinquenti che equivalgono a rifiuti umani……<3

  3. Il nostro Paese, patria del Diritto, delle Arti e delle Scienze, tra le altre cose belle ha partorito anche gentaglia colme quella di cui, purtroppo, siamo costretti ad oispitare nelle patrie galere
    Questo essre spregevole, finalmente, almeno lo speriamo, rimetterà piede sul suolo che lo ha visto nascere.
    Gli auguro una vita lunga e malsana affinché possa desiderare quella morte che ha arrecato ad esseri umani innocenti.
    Ma la v ergogna, si faccia in modo che ricada, pubblicamente, su coloiro che lo hanno aiutato sin’ora!|

    • Franco Cordiale on 15 Dicembre 2018 at 16:35
    • Rispondi

    A mio modesto giudizio, uno come questo impunito e strafottente ASSASSINO di nome Battisti, dovrebbe essere estradato in patria, sicuro. Ma durante il volo…non potrebbe appunto…prendere il volo ? Non nel senso di ritornare uccel di bosco, come si dice, ma in quello di un bel tuffo risolutivo dentro le “chiare, fresche, dolci acque” dell’oceano Atlantico! Solo lui, ovviamente, durante le operazioni di scarico dei rifiuti e dei liquami, che gli aerei effettuano. Basta spendere soldi pubblici per mantenere simili escrementi!

Rispondi