Quirinale, Meloni: Abbiamo applaudito Mattarella, ma a differenza di altri partiti non lo avremmo mai votato

A chi si lamenta, per giustificare il suo incomprensibile voto a Mattarella, che Fratelli d’Italia oggi ha applaudito al giuramento, chiarisco due cose: 1. Noi rispettiamo le Istituzioni sempre. Una cosa è non sostenere la persona, altra non riconoscere il ruolo che ricopre (grazie ad altri). 2. Ci sono dei passaggi del discorso di Mattarella che abbiamo condiviso. Quello nel quale ha citato Lorenzo Parelli, studente 18enne morto sul lavoro, quello contro gli scafisti, quello contro la violenza sulle donne, quello in cui attacca le correnti nella magistratura, e quello in cui spiega a Draghi che siamo ancora una Repubblica parlamentare. Cose che Fratelli d’Italia dice da tempo, per questo abbiamo applaudito anche questi passaggi. Ciò non toglie che a differenza degli altri partiti, tra cui anche Lega e Forza Italia, noi non lo avremmo mai votato.

Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • FEDERICO BERTOLINI il 4 Febbraio 2022 alle 17:12

    è con questo acomportamento che cisi può proporre seriamente di diventare guida del paese.
    ben fatto

  1. Nessuno pone in dubbio il rispetto delle Istituzioni ed è per questo motivo che occorreva riferirsi all’art.85 della Costituzione: solo sette anni e non un minuto in più! Meraviglia il fatto che oggi si stia continuando con quanto iniziato dal suo Precedessore, anche se mi auguro che quanto prima sia il Popolo sovrano ad eleggere ed anche rieleggere il suo Presidente! Per quanto concerne i passaggi sulle stragi quotidiana di giovani e meno giovani lavoratori è storia vecchia! Fino ad oggi nessuno ha mai chiamato in causa i Responsabili dell’Ispettorato del Lavoro e MAI nessuna vera condanna è stata comminata! Perchè? Sono questi i quesiti che si devono chiarire ed iniziare a far realmente valere la vita ed il lavoro, che da tante possibilità di poter continuare ad essere realmente rappresentativi in questo Mondo!

    • XMAS il 4 Febbraio 2022 alle 18:52

    Cara Giorgia questo presidente NON mi rappresenta e cosi’ x altri molti italiani.
    Il bellissimo ed applauditissimo discorso, pensato a tavolino ,ed arricchito delle solite promesse rimarranno parole al vento ad iniziare dalla famosa riforma della giustizia.Per quanto riguarda il processo agli scafisti,che fanno il loro lavoro, avrebbe dovuto precisare invece sulla difesa dei confini inesistente e sul ruolo di quella specie di ministro sponsorizzata da lui a nome Lamorghese.
    Draghi lo sa bene che siamo una Repubblica Parlamentare ma è stato messo a capo del governo come salvatore della patria(secondo solo a Monti)e quindi puo’ fare e decidere come un dittatore fregandosene del parlamento .In parole povere o mangiate questa minestra o salto dalla finestra e arrivederci e grazie.
    Durerà sino a dopo le elezioni dandoci le carotine e nello stesso tempo bastonandoci .Nel frattempo il ns esimio presidente si preparerà a sbarrare la strada a qualsiasi governo di DX e a TE per prima.Donna avvisata mezzo salvata giocatela bene e con intelligenza.

    • enzoliberitutti il 4 Febbraio 2022 alle 21:05

    LETTERA DI PRO ITALIA CON CUI SI SALUTAVA FINALMENTE QUESTO PESSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA MA CHE ORA CI RITROVIAMO NUOVAMENTE (ecco cosa ha fatto nei sette anni precedenti,solo per ricordare,non dimenticare,ed evitare il tutto in futuro)

    https://www.imolaoggi.it/2022/01/25/pro-italia-danke-e-merci-beaucoup-signor-mattarella/

  2. Quello che dice, cara Meloni, è giusto in teoria e perché noi di destra veramente rispettiamo le regole; ma in pratica, Mattarella NON NON E’ IL MIO PRESIDENTE; IL POPOLO NON L’HA ELETTO; ma solo i leccaculo dei partiti attaccati alle poltrone.

    • Sandro Cecconi il 4 Febbraio 2022 alle 23:48

    Signora Meloni,
    è venuto il momento giusto perché lei dichiari apertis verbis ma senza alcun compiacimento o retorica di essere pronta a fare il gran balzo per diventare Presidente del Consiglio dei Ministri. Se ne infischi degli idioti che continuano a boicottare lei, il partito e noi elettori. Ora occore veramente coraggio. So molto bene che il passo è importante ma, deve riconoscere, è essenziale per abbattere tutti i nostri nemici, si ricordi sempre non sono avversari ma si rityengono nemici perché la odiano. Prenda coscienza e inizi la battaglia finale verso quei poveri inutili idioti e intrallazzatori a qualsiasi livello. E’ questo il momento per andare all’attacco poiché credono, i tapini minus habens, di averla messa all’angolo per averla ostracizzata dai loro media men che mediocri con quei conduttori che t5utti conosciamo molto bene che in seguito saranno inviati a slinguazzare verso di lei per avere almeno un commento su un argomento qualsiasi che lei ovviamente rifiuterà con disprezzo.
    Non abbia paura ma Coraggio!

    • Pietro Bellinzona il 5 Febbraio 2022 alle 10:52

    Io non avrei nemmeno applaudito,viste le melensaggini scontate che ha detto. Specie quella sulla Magistratura.Del resto,nel 1978,il MSI di Almirante rimase ostentatamente con le mani in tasca mentre tutti applaudivano Pertini. In seguito, abbiamo capito perché.

    • Massimo Paci il 5 Febbraio 2022 alle 17:51

    Giusto riconoscere il ruolo del nuovo presidente della repubblica. La coerenza però, sempre, è doverosa, indispensabile e premiante! Massimo Paci

Rispondi