Mafia, contro Berlusconi accanimento giudiziario

 

L’indagine a carico di Silvio Berlusconi dimostra, anche a chi come noi ha sempre predicato il massimo rispetto per la magistratura, che nei confronti di chi ha avuto il torto di contrastare la sinistra con una coalizione di centrodestra c’è stato e c’è ancora un accanimento giudiziario senza precedenti. L’impressione è che, in alcune Procure, se non si indaga su Berlusconi non si sia nessuno. Se davvero le cose stessero come dice la stampa, l’inchiesta avrebbe del grottesco e rischierebbe di ridicolizzare il delicato e fondamentale ruolo della magistratura.

Condividi

7 commenti

Scrivi un commento

    • Piero Pierini on 27 Settembre 2019 at 14:24
    • Rispondi

    Ma è chiaro: gran parte della magistratura, che dovrebbe essere apolitica come i militari. è di sinistra.

    • Anteo on 27 Settembre 2019 at 14:30
    • Rispondi

    Come sempre, hai perfettamente ragione. Io sogno continuamente il nuovo governo come un bel triunvirato (Te, Salvini e Tajani. Persone serie e preparate.

    • francesco clausi on 27 Settembre 2019 at 14:38
    • Rispondi

    magistratura spazzatura malata di protagonismo e ridicola come nel caso andreotti mat ant’è

    • Franco on 28 Settembre 2019 at 05:02
    • Rispondi

    Occorrerebbe, nel caso di assoluzione per non aver commesso il fatto, chiedere al P.M. il risarcimento diretto del danno……………………………..

    • Pino 007 on 28 Settembre 2019 at 07:34
    • Rispondi

    Tutto potrebbe essere vero, ma se Berlusconi fosse stato comunista, sarebbe stato trattato alla stessa stregua del Berlusconi di F.I.? Non credo , perche’ tra cani non si mordono. Un comunista puo’ anche affondare l’Italia ( diciamo che lo sta facendo ) ma non verrebbe mai incolpato, anzi , verrebbe proposto di medaglia ai piu’ alti onori della Repubblica.

    • Franco Cordiale on 29 Settembre 2019 at 09:41
    • Rispondi

    SONO LE FAMOSE “sentenze ad orologeria”…Scoppiano giusto quando serve: anche un fesso ci arriva, ormai.! I catto-comunisti stanno predisponendo la loro “macchina da guerra” niente affatto gioiosa, come dicevano, ma faziosa e stomachevole, con opportunismo, falsificazioni, manipolazioni senza limite, costruendo gli STEREOTIPI della loro propaganda. Da qui, Berlusconi mafioso, Lega “razzista”, Fratelli di Italia “fascisti” (peccato che l’on Meloni sia nata nel 1978, ben 35 anni dalla caduta del regime…), loro invece, eccoli, ecologisti, cosmopoliti, moderni e garanti dei “DIRITTI” (dalla droga libera alla IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E ALLA EUTANASIA), aperti al “diverso”, per il “dialogo e la integrazione” e le solite fanfaluche che ci raccontano.
    Ma Berlusconi per primo dovrebbe accorgersene e STIMARE DI PIU’ i suoi alleati, rifiutando una volta per tutte la parola “FASCISTA” applicata alla destra dai catto-komunisti bugiardi ed impostori ! Decida su quale barricata combattere: se si ritiene LIBERALE, bene, prenda le distanze da chi snatura e vilipende ad ogni occasione il concetto stesso di NAZIONE ITALIANA, nata dall’ideologia liberale di Cavour !! Si domandi come mai allora nel 1994 avrebbe deciso di fondare un partito chiamato da lui stesso “FORZA ITALIA” ?

    • Federico Puglia on 30 Settembre 2019 at 10:01
    • Rispondi

    Carissima Giorgia Meloni, chiedo venia per la liceità dell’introduzione ma, vuole essere in linea con la Tua correttezza verso gli Alleati, quando lo stesso Berlusconi, invece di ringraziare la vicinanza all’ennesimo episodio assurdo, che lo sta coinvolgendo sotto l’aspetto giudiziario, non passa occasione per attaccare Lega e Fratelli d’Italia (cosa significa quanto ha espresso sabato ai Seniores del suo Partito, dicendo che il Centro Destra esiste per il suo accordo anche con i Fascisti?). Se vuole andare con Renzi, se non vuole compromettere i suoi interessi , ora che sta lanciando la TV Multimediale Europea, dica chiaramente che non vuole allearsi con FdI e Lega. Al mondo l’eccessiva furbizia, alla fine da fastidio!

Rispondi