Manovra, con Daspo e ISA vogliono decretare morte civile commercialisti

Vogliono il Daspo per i commercialisti che fanno attestazioni infedeli ma non ascoltano la stragrande maggioranza dei commercialisti onesti quando dicono che gli ISA sono una follia vessatoria peggio degli studi di settore, che la pressione fiscale in Italia è fuori controllo e spesso crea purtroppo evasione di sopravvivenza da parte delle aziende, soprattutto piccole, che la quantità di passaggi burocratici in cui sbatte chi vuole solo lavorare e dare lavoro è inaccettabile, che lo Stato in Italia è troppo spesso il primo nemico di chi intraprende. Appaltano ai commercialisti funzioni di presidio nella lotta anti-evasione, già li puniscono severamente quando sbagliano, ora vogliono anche decretarne la morte civile. Ma non ascoltano mai la loro voce, la voce di chi è a contatto ogni giorno con l’economia reale, anzi fanno il contrario. È uno Stato arcigno e masochista.

Condividi

2 commenti

    • Pietro Bellinzona on 3 Ottobre 2019 at 09:11
    • Rispondi

    A quando lo sciopero fiscale?

    • Federico Puglia on 3 Ottobre 2019 at 14:34
    • Rispondi

    In realtà, oltre a non ascoltare quella parte del Paese che vive di Lavoro Privato, apparentemente fanno finta di ascoltare i più Deboli ma, sono talmente inattendibili che, se non in presenza di una scorta significativa, non hanno il coraggio di presentarsi ne nelle Periferie, ne dove la Gente soffre per il suo quotidiano e,, al di là del suo impegno nella propria attività, a volte h24, ha il terrore nelle ultime due settimane del mese. Purtroppo sono così e, non vogliono, ne sanno più cambiare. Quello che però mi aspetto, dopo che decine di Milioni di Italiani verifichino quante bugie ha raccontato Conte, non dico una reazione di oltre 40 settimane come gli “Invisibili” in Francia ma, almeno sappiano creare le condizioni, Democratiche, affinché questo Governo sia costretto ad affrontare la realtà del voto. Se invece poco o nulla si muoverà, nonostante la disponibilità e l’impegno quotidiano di Giorgia Meloni e, del Gruppo Dirigenziale di FdI, ebbene avvaloreranno la disonestà di PD e M5S.

Rispondi