Turismo, Meloni: Stato di crisi per un comparto strategico per economia

Attivazione dello stato di crisi per il turismo, anno bianco fiscale per tutto il comparto, erogazione immediata dei contributi a fondo perduto ancora non versati e nuovi ristori per compensare gli ultimi mesi di chiusura: sono queste le proposte che Fratelli d’Italia ha ribadito anche oggi alla manifestazione organizzata a Roma dagli agenti di viaggio e dal mondo dell’intermediazione turistica. FdI ribadisce la sua vicinanza ad un comparto strategico per la nostra economia, abbandonato dal Governo e ridotto allo stremo.

Condividi

3 commenti

  1. Cara Giorgia, una parte del popolo -quello onesto- ti ascolta;ma il resto è solo addomesticato dalle sinistre,e sono sordi voluti,hanno tutti la cera nelle orecchie ed è una cera speciale; io la chiamo arruffianamento lecca culi e co. L’hanno creata i comunisti,i quali promettono per essere votati;il “posto”-mai il LAVORO- ed è così che l’Italia è in discesa disastrosa. Anche voluta dai poteri occulti e a mezzo dei tadeschi,francesi e cinesi,collaborati dai nostri ruffiani di sinistra.

    • Giorgio il 13 Gennaio 2021 alle 17:05

    Giorgia leggendo in tv dal 15 mese corrente la gente che ha una attività apre il negozio in senso di protesta, hanno ragione dice il presidente zaia è dunque po’ che insiste per il programma dei ristori.questa cozzaglia avendoavuto più di 130 miliardi possono andati a finire conoscendo il modo di “lavorare ” di queste persone???il popolo non è così criminale come questi del governo che loro giudicano.suvvia giorgia non stia a aspettare gli eventi di questi disonesti adesso con la complicità di mattarella trovare un’ altro incisione per salvarsi la poltrona???

    • Paolo il 13 Gennaio 2021 alle 18:55

    Caro CAMERATA 80 , ciò che dice è conferma di ciò che succede, siamo molti a sostenere, condividere la signora Meloni e i suoi alleati. Molti invece sono ipnotizzati e a causa di un terrorismo reclamizzato da media pro governo, credono alle decisioni coercitive del non votato governo. Ci sono imprenditori veri che sono stufi e destinati al fallimento. Speriamo di andare a votare se smetteranno di boicottare e ci laseranno compiere il diritto democratico di scegliere noi Popolo chi ci divrà governare. Auguri.a tutti| Paolo

Rispondi