Immigrazione, Meloni: Nuove ombre sul rapporto tra ONG e immigrazione clandestina, blocco navale subito (video)

Oggi nuove ombre sul rapporto tra Ong e immigrazione clandestina di massa, eppure nel 2017 questa inchiesta di Matrix già faceva luce sul lato oscuro del traffico di esseri umani verso l’Italia. Sono passati 4 anni da questo servizio, ma nulla è cambiato: cosa si aspetta ancora per fermare gli sbarchi e il business legato all’immigrazione clandestina? Blocco navale subito.

 

Condividi

12 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Sarò malpensante;ma mi sa che anche i nostri notabili,succhino alla mammella della malavita organizzata. Io, cannoneggerei tutte le ONG che sostano o che vanno fino alle acque territoriali africane a imbarcare passeggeri . Chissà quanto incassano,ed anche i nostri franno la ,loro fettona d’interessi. Magistratura???:::::::::::::::::::::::::Dove seiiiiiiiiiiiiiiii?????????????????

    • Giovanni il 10 Marzo 2021 alle 19:25

    Il blocco navale..magari..ma non si puo’ fare perchè verrebbe considerato un atto di guerra.L’unica alternativa è bloccare i porti alle ONG e rifiutare lo sbarco dei clandestini.Che li portino nello stato di bandiera della nave.Tutto cio’ è regolare.Per quanto invece riguarda algerini e tunisini che vengano bloccati dalle motovedette e riportati al porto di provenienza.

    • Giorgio il 10 Marzo 2021 alle 22:08

    Sarebbe modo di insistere per il blocco navale ,di quando c’è la sinistra è magistratura in gioco cercare di salvare il salvabile per il momento.tra un paio d’anni cambierà la storia continui giorgia così siete la garanzia del nostro stato.

  2. Ho donato tutta una vita alla gloriosa M.M.I. ed ho sempre saputo che spetta alla Marina Militare tutelare i confini marittimi del nostro Territorio! Mi chiedo il perchè non siano chiamati a rispondere chi è preposto a tali compiti, unitamente al Ministro degli Interni! Se la ha deciso di eliminare i Confini e quindi la nazionalità, ebbene si dovrebbe procedere anche all’eliminazione o meglio modifica di tutti i documenti di riconoscimento! Siamo ormia alla follia totale ed al ridicolo, come dimostrano i fatti che il caro Mario Giordano ci presenta!

    • Gianfranco il 11 Marzo 2021 alle 09:01

    Come al solito solo FdI prende posizione in modo duro. Gli altri partiti hanno troppi interessi economici. I buonisti radical schic dettano legge e FI insieme alla Lega si sono vendute x 4 poltrone alla sinistra.

    • alfredo denzio il 11 Marzo 2021 alle 09:03

    Non possiamo fare nulla fino a quando al governo ci saranno serpenti che con la lingua biforcuta un giorno dicono prima gli italiani il giorno dopo prima i clandestini, e viva le ngo , non abbiamo i voti per cambiare purtoppo e’ cosi’
    adenzio

    • Franco Cordiale il 11 Marzo 2021 alle 12:28

    RIBADISCO. LA GIUSTA STRADA DEL BLOCCO NAVALE E’ GIURIDICAMENTE IMPRATICABILE. MA UNA MANIERA ESISTE. Imporre alla navi ong straniere di trasferire i loro “salvati”, leggi trafficati, nelle nazioni di appartenenza delle ong stesse. Sbarchino nel ” porto sicuro” più vicino. Ma subito dopo TRENI, PULLMAN, AEREI A SPESE DELLE ONG STESSE, per il trasferimento in Francia, Germania, Olanda, Spagna, Svezia, Norvegia, a seconda del paese dei “salvatori”. Se non lo fanno ? Sputtanare questi ipocriti e bugiardi con ogni mezzo, strappandogli la maschera da buoni samaritani che costoro non meritano in alcun modo. Ormai lo capiscono anche i magistrati. Almeno quelli senza tessera PD.

    • Massimo il 11 Marzo 2021 alle 14:57

    il problema dell immigrazione è comune a tutti gli Stati “Membri ” a chiacchiere! di fatto l’Italia continua ad essere lasciata sola in palese (e vergognosa) violazione degli accordi e trattati.
    voglio vedere se al posto dell italia, ci osse stata la Francia o la Germania.

    libertè, egalité, fraternité…il piffero!

    …proprio bello e solidale questo “Condominio Europa”

    p.s.:la risposta per camerata80 è: “ad indagare Salvini”

    • Luigi Maria scialfa il 12 Marzo 2021 alle 14:28

    Tutto qustosono pienamente daccordo con te ❤❤❤❤❤

  3. Avendo trascorso una vita nella M.M.I. ed essendo stato imbarcato sulle vecchie Corvette della Suola Comando ad Augusta con il compito primario di salvaguardare i nostri Pescherecci dagli attacchi pirateschi di unità varie di Stati Nord-Africani e nel contempo far si che le nostre Barche non sconfinassero in acque territoriali di quei Paesi, oggi penso che la nostra M.M. dovrebbe svolgere il suo ruolo primario, ossia controllo dei confini marittimi e bloccare i tanti sbarchi di clandestini! Può intimare al naviglio straniero che li imbarca di proseguire la rotta per i loro Paesi! Chiamare in causa gli Armatori di dette Unità navali e far si che non approdino mai nei nostri porti, fino a quando non siano in grado di mostrare i dovuti documenti che consentono loro l’accesso! (Cosa che non potranno mai fare)! Il nostro Governo dovrebbe smetterla di cedere ai Paesi di partenzza di questi tante e tante unità navali di piccolo cabotaggio, come avviene molto frequentemente! Se questa Europa è occorre far si che si alzi un pò il tono, al solo fine di farsi !

    • Giovanni il 15 Marzo 2021 alle 19:11

    Vincenzo ho 70 anni e fatto il militare nel Consubin ma la mia vita l’ho trascorsa sui mercantili come Ufficiale di Macchine e navi battenti bandiera Italiana .Nella mia carriera ci sono stati tre casi di clandestini saliti a bordo nascosti e poi scoperti in navigazione.Il codice della navigazione ed il diritto internazionale è molto chiaro in tal caso.Il clandestino si trova di fatto in territorio italiano.Il comandante della nave puo’ chiedere al primo stato di approdo della nave il permesso di sbarco.Se viene accettato tutto regolare altrimenti dovrà essere sbarcato in Italia.Nei tre casi citati il primo salito in un porto dell’Honduras è stato poi sbarcato a Houston dove la FBI lo ha messo letteralmente in catene.
    Nel secondo caso tre indiani sbarcati poi in Arabia Saudita mentre nel terzo un marocchino è stato sbarcato in Italia.
    Venendo alle ONG si dovrebbe negare lo sbarco e tutto sarebbe legale.
    Per quanto riguarda i barchini nel nostro caso Tunisini ed Algerini si deve fare gioco forza un accordo con tali stati essendo il soccorso in mare,come ben sai, un obbligo.Pattugliare il limite delle acque territoriali e bloccare i barchini per poi far intervenire la marina tunisina o algerina.
    Facile a dirsi ma difficile a farsi perchè gli accordi devono essere fatti dai nostri governanti e visto chi abbiamo al potere non avverrà mai.
    Come ben sai sono stati approvati altri 700 milioni pro accoglienza che andranno ad ingrassare COP e associazioni varie gestite dal vaticano .
    Morale mentre gli Italiani fanno la fila per avere il cibo quotidiano i clandestini ,pardon risorse, stanno nelle navi da crociera e negli albrghi 3 e 5 stelle serviti e riveriti.Visto che ora si portano anche i gatti e i cani,vedere l’ultimo barchino tunisino,saranno organizzati anche hotel con servizio di veterinario.
    SALVINIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII TOC TOC TOC

  4. Gli accordi per questi plateali casi di vera pirateria sono solo parole al vento! A cosa serve avere e mantenere una Ministero della Difesa ed in primis una Marina Militare? Ho quasi 11 anni in più e ne ho dati oltre 50 alla Marina militare come semplice Sottufficiale Tlc, rifiutanto più volte il ! Ho svolto incarichi anche superiori al mio status e ne ho viste e lette di cotte e crude, cosa che confermi con quanto fatto dalla FBI e penso che sarebbe accaduto anche in G.B. ed in qualsiasi altro porto di Nazione Sovrana e civile, tranne in quelle che si ritengono tali solo a parole; ma di fatto sono protettorati o colonie! Un Ministro degli Interni non è il e da solo non può certamnente rappresentare la Nazione, come i fatti hanno dimosrtrato! Da Ufficiale avresti potuto chiamare in aiuto molte sfere più alte e non certamente chi ha solo svolto il proprio dovere e per questo oggi ne deve anche rispondere al Giudice, anche se sono certissimo che a rimetterci saranno altri!

Rispondi